Goldman Sachs Group è già pronta per il 2017. In una nota inviata ai clienti inviata dal team guidato dal Chief Credit Strategist, Charles Himmelberg, la banca di investimento americana ha individuato i dieci temi su cui scommetterà il mercato il prossimo anno. Con una certezza su tutte: “Il 2017 sarà un anno più redditizio per chi investe anche se il rischio sarà elevato”, scrive il team di Goldman Sachs.
Per inseguire il rendimento, puntando sulle azioni, secondo gli strategist americani c’è un’area che non può mancare in portafoglio. Si tratta della cosiddetta Asia ex Japan, ovvero l’area raggruppata sotto l’indice Msci Asia ex Japan, ovvero escluso Giappone, che include otto mercati emergenti: India, Indonesia, Corea, Malesia, Filippine, Taiwan and Tailandia. In questa area c’è un rendimento potenziale del 12,5% (contro il 3,8% del 2016) secondo le analisi di Goldman Sachs, mentre il Giappone dovrebbe scendere del 3,7% (contro il + 5,2% del 2016), come conseguenza della politica del presidente Donald Trump. Non la pensano così in Msci tanti che proprio dopo l’elezione del presidente americano hanno deciso di modificare i pesi dei Paesi all’interno dell’indice Asia ex Japan con effucacia dal 30 novembre 2016. La ragione? Gli investitori dovrebbero essere prudenti a causa di un potenziale aumento del protezionismo negli Stati Uniti dopo l’elezione del candidato presidenziale repubblicano Donald Trump, che potrebbero influenzare il commercio globale.

Asia: cambiano gli assetti sul commercio globale

Ma dai nuovi assetti sul commercio globale, invece, potrebbe arrivare una spinta decisiva per i Paesi asiatici, Cina in testa. Ad accendere le aspettative è stato l’annuncio fatto da Donald Trump sulla cancellazione del Trans-Pacific Partnership (Tpp), l’accordo strategico fatto da Barack Obama con 12 Paesi di Asia-Pacifico. La Cina che era stata esclusa dal Tpp è avvantaggiata da questa mossa e scommette sul negoziato di libero scambio in Asia. Pechino ha già lanciato la Regional Comprehensive Economic Partnership  (Rcep) e vuole mettere insieme i 10 Paesi dell’Asean (Cina, Giappone, India, Corea del Sud, Australia e Nuova Zelanda), escludendo gli Usa. Le ambizioni di Pechino sono emerse chiaramente nella missione in America Latina del presidente Xi Jinping che non ha perso l’occasione dell’Apec di Lima per sponsorizzare il Free Trade Area of the Asia-Pacific, utile a portare l’economia dell’area su nuovi livelli. I leader dei 21 Paesi dell’Asia Pacific Economic Cooperation – che valgono il 57% del Pil mondiale – hanno concordato nel meeting annuale sulla necessità di limitare il protezionismo malgrado lo scetticismo in aumento verso il libero commercio.

IDEE DI INVESTIMENTO

L’ottimismo di Goldman Sachs sull’Asia non è condiviso, per esempio dagli strategist di Allianz Global Investors che puntano il dito sul protezionismo di Trump e ipotizzano una flessione degli scambi commerciali nell’area. Anche Pictet asset management è scettica sulle potenzialità Asia, ma ragionevolmente ottimista sulla Cina che, nonostante un debito pari al 205% del Pil una crescita in rallentamento sotto il 5%, l’economia cinese ha tutte le carte in regola per superare il problema del debito.

Per puntare sui paesi Asia ex Japan, nella tabella in basso i migliori fondi azionari per rendimento a tre anni:

I migliori fondi azionari Asia ex Giappone

ProdottoRendimento 3yRendimento YTD
Fidelity FAST Asia Y-ACC-USD15,27%12,12%
Vontobel mtx Sust Asian Ldrs exJpn B USD15,11%9,86%
BGF Asian Growth Leaders A2RF USD15,10%9,35%
Schroder Asian Opportunities Classe B - Usd 12,80%10,01%
Schroder ISF Emerg Asia A112,78%15,33%
Nomura Fds Asia Ex Japan High Cnv I USD12,75%11,94%
Fidelity Emerging Asia A-Acc-USD12,64%5,65%
Fidelity Asian Special Sits E-Acc -Eur12,50%11,37%
Allianz Emerging Asia Equity A USD12,44%7,61%
BGF Asian Dragon A212,39%11,20%
Pictet-Asian Equities Ex Japan I USD12,24%9,90%
JB EF Asia Focus-USD B11,95%15,80%
Matthews Asia Funds Pacific Tiger I USD11,94%2,54%
Invesco Asia Opportunities Equity C USD11,57%3,98%
AZ Fd1 Emg Mkt Asia A-AZ Fd Acc11,52%5,32%
Nella tabella, i migliori fondi azionari Asia ex Giappone ordinati per rendimento a tre anni. Fonte. Morningstar Direct. Dati in euro aggiornati al 24 novembre 2016.

 

Note

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

 

 

Articolo precedente

Quanto rischio c’è adesso sui mercati emergenti. Come investire

Articolo successivo

Oro e materie prime: quanto pesa il dollaro forte. Come investire

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *