Non solo smartphone. Il Mobile World Congress (Mwc) di Barcellona è l’appuntamento mondiale più atteso dell’anno per conoscere e toccare con mano il futuro della telefonia mobile. E i telefonini ormai diventati smart sono da sempre al centro anche se ques’anno il vero protagonista è un omino di nome Pepper alto appena 129 centimentri. Si tratta del robot dai sentimenti umani prodotto da Softbank che è destinato a diventare uno di famiglia nei progetti della società giapponese. Pepper è il primo passo concreto e alla portata di tutte le tasche verso la quarta rivoluzione industriale, che vede le macchine dotate di intelligenza artificiale al centro di tutto (Leggi qui l’approfondimento di Online Sim).

E anche gli smartphone non fanno eccezione. Sempre più potenti, adesso anche componibili, con accessori che sposano i trend tecnologici del momento: l’intelligenza artificiale e la realtà virtuale, anche se a prezzi non proprio low cost. Così accanto ai nuovi Galaxy di Samsung spiccano fra gli altri il telefono-Lego di Lg, l’auricolare smart di Sony Mobile, il tablet-laptop sottilissimo di Huawei.
Per Samsung la novità si chiama Galaxy S7 e S7 Edge ed è il primo telefono davvero water proof grazie all’impermeabilità, per LG invece il futuro si chiama G5 ed è il primo telefono modulare della compagnia. Il bordo inferiore è estraibile: si possono inserire dei moduli ad hoc che trasformano il telefono in una macchina fotografica o in uno stereo hi-fi con tecnologia Bang & Olufsen. Per Sony Mobile l’intelligenza artificiale è Xperia Ear, auricolare bluetooth che in simbiosi con smartphone Android dà suggerimenti basati su tempo, luogo, appuntamenti in agenda, post sui social media e notizie. Insomma, una specie di coscienza digitale.

La realtà virtuale ha fatto ormai breccia negli accessori per gli smartphone. LG ha lanciato un visore e una videocamera per filmare a 360 gradi ed è uno dei pezzi forti presenti a Barcellona. La realtà aumentata è protagonista Mwc e non è una novità per tutte le tasche, almeno all’inizio. Tra i protagonisti in fase di rilascio ci sono gli Oculus Rift e Vive prodotti da Htc che costano in media 800 dollari. Ultima chicca è lo smartphone di HP che monta già Windows 10. Si chiama Cat S60 e lo hanno chiamato lo smartphone con i superpoteri perché ha una fotocamera termica in grado di misurare temperature fino a 15 metri di distanza dagli oggetti e di vedere attraverso agenti oscuranti come il fumo. E per gli amanti del vintage una buona notizia c’è: Nokia potrebbe tornare sul mercato dei cellulari già dal 2017.

 

IDEE DI INVESTIMENTO

L’innovazione tecnologica e l’intelligenza artificiale in particolare è un tema di investimento che ha attratto i Big della Silicon Valley come Elon Musk, per fare un esempio. Per mettere in portafoglio innovazione tecnologica la scelta migliore è puntare su azionario specializzato in tecnologia (categoria Morningstar: Azionari settore tecnologia). Online Sim ha sezionato qui i migliori fondi a tre anni.

 

Note

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

 

Articolo precedente

Chris Cox: chi è l’uomo che ha ucciso il "like" di Facebook e vuole un vocabolario di emozioni digitali

Articolo successivo

Investire in oro è un rifugio o un azzardo? I migliori fondi per investire nei metalli preziosi

Autore

Roberta Caffaratti

Roberta Caffaratti

E' responsabile delle attività di editoria aziendale e di content marketing di Lob Pr+Content. Ha seguito per anni il settore del risparmio gestito prima come caporedattore di Bloomberg Investimenti e poi vice caporedattore di Panorama Economy (gruppo Mondadori). E' stata chief content web manager di News 3.0.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *