Tag

Tfr

Il TFR (Trattamento di Fine Rapporto) anche conosciuto come liquidazione, spetta al lavoratore dipendente al termine del rapporto lavorativo. E’ una prestazione economica che deve essere sostenuta dal datore di lavoro nel momento in cui cessa il rapporto lavorativo. In caso di frazione di anno, la quota è ridotta in maniera proporzionale ed è  calcolata come mese intero la frazione di mese uguale o superiore a 15 giorni. L’importo è determinato in base agli anni di servizio e alla retribuzione annuale. Dal 2014 la retribuzione annua lorda da considerare come base di calcolo non può superare i 240 mila euro. Il TFR è nato il 21 aprile 1927 con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale. Una pubblicazione stabiliva il diritto del lavoratore ad un'indennità proporzionata agli anni di servizio svolti.
Focus

Aprire un fondo pensione consente di avere una rendita privata, ma come scegliere il migliore? Per evitare di sbagliare, ecco i consigli di Online Sim da seguire per fare la scelta giusta. Scopri in questa guida cosa sapere per scegliere il miglior fondo pensione: Tipologie di fondi pensione Contribuzione dei

Leggi tutto
Focus

Per garantirsi una vecchiaia serena l’investimento del proprio Trattamento di Fine Rapporto (TFR) in un Fondo Pensione o, in alternativa, l’accantonamento di un risparmio mensile attraverso un Piano di Accumulo (PAC) si afferma sempre di più come scelta indicata. Sono soprattutto le generazioni più giovani (Millennials e Generazione Z) che

Leggi tutto
Focus

A quasi 10 anni dalla legge Monti-Fornero la riforma delle pensioni torna al centro del governo in vista di una scadenza chiave. Il 31 dicembre 2021 termina l’opzione quota 100 che difficilmente sarà prorogata. Per Mario Draghi la sfida è quella di attuare una riforma strutturale del sistema pensionistico che

Leggi tutto
Focus

La relazione Covip relativa all’anno 2020 mette in evidenza che i fondi pensione hanno resistito alla pandemia e battono ancora il trattamento di fine rapporto (TFR) nel lungo periodo. In particolare: Dopo un 2020 in affanno, secondo l’analisi Covip, la previdenza integrativa ha beneficiato del recupero dei mercati e al

Leggi tutto
Focus

La pandemia da Covid-19 non ha risparmiato i fondi pensione che dopo un 2019 da incorniciare in termini di rendimento hanno subito una battuta di arresto nel primo trimestre 2020. Il bilancio del settore della previdenza integrativa si legge nell’ultima relazione annuale della Covip, la Commissione di vigilanza sui fondi

Leggi tutto
Focus

Per garantirsi una vecchiaia serena la strada dell’investimento del proprio Trattamento di Fine Rapporto (TFR) o, in alternativa, l’accumulo di un risparmio mensile in un fondo pensione si afferma sempre di più come la scelta più indicata soprattutto se la si guarda dal punto di vista fiscale. Nei primi nove

Leggi tutto
Focus

La strada verso una gestione sostenibile del portafoglio da parte dei fondi pensione italiani attraverso strategie Socially Responsible Investment (SRI) è aperta. La conferma è arrivata dalla quinta edizione della ricerca “Le politiche di investimento sostenibile e responsabile degli investitori previdenziali”, realizzata dal Forum per la Finanza Sostenibile (FFS) in

Leggi tutto
Focus

Da una parte c’è la trattativa Roma-Bruxelles, che potrebbe concludersi entro il 19 dicembre, dall’altra l’iter della procedura per debito eccessivo che va avanti per la sua strada, con la conferma della linea della Commissione europea che è pronta da un momento all’altro ad aprire ufficialmente l’infrazione. Uno dei nodi

Leggi tutto
Focus

Nella settimana che tira la volata alle elezioni politiche in Italia, il tema previdenziale è al centro della campagna elettorale tra Anticipo pensionistico volontario (APE), cumulo gratuito oltre alle promesse di abolizione della legge Fornero. Per il presidente dell’Inps, Tito Boeri, al di là delle proposte politiche, quello che servirebbe

Leggi tutto
Focus

La riforma della pensioni potrebbe essere portata avanti in due tempi: una parte nella legge di Stabilità che andrà in approvazione entro ottobre, per assicurare l’operatività già a inizio 2017, un’altra parte, invece arriverà in discussione solo nella primavera del 2017. La ragione? L’intero pacchetto di riforme costa fino a

Leggi tutto