Geopolitica in Europa, politica interna in Italia e Regno Unito, Banca centrale europea spiazzante con un rialzo sopra le attese e l’avvio del Transmission Protection Instrument (TPI) per controllare lo spread. Da qualunque parte lo si guardi luglio 2022 sarà ricordato dai mercati come un mese sorprendente e non in positivo. I mercati navigano a vista e quando la direzione è incerta si cercano soluzioni alternative per diversificare il portafoglio. Una buona strada è una strategia di gestione che abbia una bassa correlazione con l’andamento direzionale di azioni e obbligazioni. Questa strategia esiste ed è adottata dai fondi event driven che per la maggior parte sono categorizzati come azionari.

Gli investitori hanno cominciato a interessarsi a questi fondi solo di recente. Secondo un’analisi Morningstar, la crescita di questo comparto è avvenuta negli ultimi 5 anni tanto che gli asset di questi fondi sono raddoppiati in Europa raggiungendo quota 20,5 miliardi di euro di patrimonio.

Come funzionano i fondi event driven?

  • I gestori di questi fondi mettono in portafoglio titoli azionari oppure obbligazionari che traggono profitto dai cambiamenti di prezzi a fronte di eventi particolari (fusioni e acquisizioni, crisi economiche o politiche, decisioni su tassi o inflazione e così via).
  • La gestione del rischio di portafoglio è una componente primaria di questi fondi che hanno un approccio attivo. Il buon rendimento di una posizione di portafoglio è legato a rischi specifici.
  • Possono essere utilizzati come un’alternativa di diversificazione all’investimento obbligazionario con rendimenti simili.
  • Garantiscono nel tempo rendimenti stabili non adottando una strategia market timing.
  • Possono beneficiare del rialzo dei tassi di interesse a breve termine.

fondi event driven come funzionano

Ascolta il podcast di Ersel a cura di Federica De Giorgis, Team Financial Advisory Ersel, e Riccardo Costa, Team Investimenti Event Driven Ersel e gestore del fondo Leadersel Event Driven Classe B Eur Acc. Il podcast spiega come funzionano le strategie Merger Arbitrage, una tecnica di investimento utilizzata nella gestione di prodotti prevalentemente a ritorno assoluto ed ispirata al mondo event driven.

IDEE DI INVESTIMENTO

I benefici della diversificazione con un fondo event driven possono essere notevoli, soprattutto se la gestione è nelle mani dei migliori manager sistematici, i quali operano con un modello forte e con solide capacità di gestione del rischio. Sulla piattaforma di Online SIM troviamo:

  • BSF Global Event Driven Fund Classe E2 Eur Acc è un fondo event driven che ha l’obiettivo di conseguire un rendimento assoluto positivo per gli investitori, indipendentemente dai movimenti del mercato. Partito nel 2015 rende da inizio anno il 7,59% (dati Morningstar aggiornati a luglio 2022)

BSF Global Event Driven Fund Classe E2 Eur Acc

Scopri come investire sulla piattaforma Online SIM ottenendo la massima diversificazione di portafoglio.


Note

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Articolo precedente

Investire a lungo termine: i 5 trend che spingono le auto di lusso

Articolo successivo

Ritorno ai bond: gli inflation linked sono ancora una buona idea?

Autore

Roberta Caffaratti

Roberta Caffaratti

Giornalista segue da oltre 20 anni le dinamiche del mercato del risparmio gestito, della consulenza finanziaria e dei protagonisti del mondo degli investimenti. Prima come caporedattore di Bloomberg Investimenti e poi vicecaporedattore di Panorama Economy (Gruppo Mondadori).
Nel 2015, dopo la lunga carriera nella carta stampata economica, è passata alla comunicazione come responsabile delle attività di editoria aziendale e di content marketing di Lob Pr+Content occupandosi di progetti editoriali in diversi settori (risparmio, finanza, assicurazioni).
Dal 2015 cura, inoltre, la redazione dei contenuti del Blog di Online SIM, che oggi conta oltre 1200 articoli.

Nessun commento

Lascia un commento

Ho preso visione dell'informativa