Le polemiche sulla distribuzione dei vaccini hanno un impatto diretto sui titoli e i fondi di settore nel breve termine. Il 2020 è stato un anno difficile per il comparto ma un investitore di lungo termine dovrebbe concentrarsi sugli altri elementi di valore del settore salute e farmaceutico che in maniera più allargata costituiscono il cosiddetto healthcare, ovvero cura della salute, e sui megatrend che stanno rivoluzionando i sistemi sanitari a livello globale e le cure mediche.

Secondo le analisi di Schroders, Bnp Paribas Asset Management e Pictet Asset Management ci sono diverse ragioni fondamentali a sostegno del settore healthcare nel medio e lungo termine vediamo quali:

  • Il cambiamento demografico che porta a una popolazione più anziana a livello globale. L’invecchiamento della popolazione ha come conseguenza la crescita delle malattie legate all’età. La gestione di questa tendenza comporta per i singoli Stati un aumento della spesa sanitaria.
  • Modifiche dello stile di vita. La pandemia ha accelerato una tendenza che era già in atto: i consumatori vogliono occuparsi in prima persona della propria salute. Questo ha portato allo sviluppo di App per la forma fisica, programmi nutrizionali, società che offrono prodotti che permettono alle persone di mantenersi sane e in forma beneficeranno del trend di lungo periodo della maggiore attenzione alla salute. A questo si aggiungono campagne di singoli Paesi che incoraggiano a uno stile di vita più sano che consente di tenere sotto controllo la spesa sanitaria.
  • Standard di cura più efficienti grazie all’innovazione scientifica e ai progressi nella ricerca medica. La tecnologia ha modificato e sta modificando il settore della salute e può aiutare i singoli Paesi ad abbattere i costi sanitari. La medicina predittiva cha aiuta nella prevenzione; la telemedicina; i progressi nel sequenziamento genetico che permettono soluzioni biofarmaceutiche per malattie finora incurabili; la chirurgia robotica; l’uso dei big data per lo sviluppo di dispositivi medici e diagnostica intelligenti.

IDEE DI INVESTIMENTO

Investire sul settore healthcare non significa puntare solo su aziende farmaceutiche e biotecnologiche. C’è molto da scoprire oltre al vaccino e la pandemia ha costretto tutti i Paesi a livello globale a cambiare il modo in cui funziona e si finanzia il sistema sanitario. Questo ha spinto molti Stati a rivedere la propria organizzazione e, in particolare, i mercati emergenti stanno ripensando in maniera importante il sistema sanitario. La pressione sui bilanci sanitari dei Governi è una delle forze plasmerà gli investimenti sanitari nei prossimi anni e porterà a una migliore gestione delle risorse a disposizione.

Per investire sui megatrend legati alla trasformazione del settore healthcare ci sono fondi azionari globali specializzati (Categoria Morningstar Azionari Settore Salute). Ecco i migliori sulla piattaforma di Online Sim:

  • CS (Lux) Global Digital Health Equity Fund Classe B USD Acc è un azionario internazionale che ha reso l’89,24% nel 2020 secondo dati Morningstar (+13,43% da inizio 2021). Il fondo è partito nel 2017 ed è investito al 95% nel settore della salute prevalentemente in America.
  • Pictet – Biotech Classe Hr Eur è un azionario internazionale che ha reso il 33,87% nel 2020 secondo dati Morningstar (+6,80% da inizio 2021). E’ investito in salute al 100% e privilegia società focalizzate sullo sviluppo di prodotti e dotate di solido potenziale commerciale.
  • BNP Paribas Health Care Innovators Classe Classic Eur Acc è un azionario internazionale che ha reso il 14,4% nel 2020 secondo dati Morningstar (+7,7% da inizio 2021). E’ investito al 100% sulla salute e all’80% in America.

Scopri sulla piattaforma Online SIM l’offerta completa dei prodotti di investimento per iniziare ad investire in fondi.

Note

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Articolo precedente

Dalle smart cities all'invecchiamento demografico: quali sono i megatrend e le relative opportunità di investimento

Articolo successivo

Il clima è nelle mani della Gen Z. Come investire

Autore

Roberta Caffaratti

Roberta Caffaratti

Giornalista segue da oltre 20 anni le dinamiche del mercato del risparmio gestito, della consulenza finanziaria e dei protagonisti del mondo degli investimenti. Prima come caporedattore di Bloomberg Investimenti e poi vicecaporedattore di Panorama Economy (Gruppo Mondadori).
Nel 2015, dopo la lunga carriera nella carta stampata economica, è passata alla comunicazione come responsabile delle attività di editoria aziendale e di content marketing di Lob Pr+Content occupandosi di progetti editoriali in diversi settori (risparmio, finanza, assicurazioni).
Dal 2015 cura, inoltre, la redazione dei contenuti del Blog di Online SIM, che oggi conta oltre 1200 articoli.

Nessun commento

Lascia un commento

Ho preso visione dell'informativa