Nel panorama obbligazionario la ricerca di rendimento è ancora molto ristretta. Nell’ultimo mese, secondo l’analisi di Fida, c’è stata una lieve inversione di tendenza che ha fatto rialzare la testa agli indici obbligazionari del risparmio gestito. Il 58% degli indici di categoria è andato in attivo a dicembre 2021 rispetto al mese di novembre e la media dei rendimenti si mantiene positiva. A brillare rispetto a tutte le categorie ci sono i fondi obbligazionari high yield che continuano ad avere le migliori prospettive di rendimento.

Le analisi del rendimento delle case di investimento

Secondo l’analisi di Amundi le obbligazioni Investment Grade e High Yield, offrono un interessante potenziale di rendimento. Questo perché gli spread hanno dimostrato una buona tenuta rispetto ai rendimenti core. I fattori fondamentali e tecnici stanno migliorando e le banche centrali hanno mantenuto le loro misure di sostegno tenendo ancorati i tassi a breve termine. Per Amundi, l’Europa è l’area più interessante. Merita di essere esplorata in un contesto di trend ribassista dei tassi di default.

Bassi tassi di default corrispondo a un miglioramento della qualità delle obbligazioni high yield. In particolare in Europa, sottolinea anche Columbia Threadneedle Investments. Per i mercati del credito high yield europeo, il 2021 sarà ricordato per il miglioramento della qualità creditizia. Questo testimoniato sia dal ritorno degli astri nascenti sia dal crollo delle aspettative di default al di sotto dell’1%.

Per Janus Henderson Investors meritano uno sguardo anche le obbligazioni high yield americane. I profili di liquidità di molte società hanno avuto un deciso miglioramento nel 2021. Secondo l’analisi di Janus Henderson Investors, il profilo di rischio e rendimento degli high yield continua a essere una nota positiva. Anche in un panorama in cui le obbligazioni societarie e i titoli di Stato offrono rendimenti modesti e spread ridotti.

IDEE DI INVESTIMENTO

Investire in obbligazioni consente di ridurre la volatilità presente all’interno del proprio portafoglio di investimento. Con un livello di tassi e rendimenti molto bassi come quelli attuali è necessaria una gestione attiva di portafoglio puntando sulla massima diversificazione e sui bond ad alto rendimento.

Per investire in obbligazioni high yield a livello globale la scelta migliore è un fondo obbligazionario attivo specializzati in high yield (Categoria Morningstar: Obbligazionari High Yield Globali)

La Top 5 dei fondi obbligazionari high yield globali

ProdottiRendimento 1yRendimento 3y
Nordea 1 - International High Yield Bond Fund Classe BP Eur11,26%6,87%
Goldman Sachs Global High Yield Portfolio Classe Base usd Acc11,04%4,84%
Amundi Obbligazionario Globale High Yield Classe A Eur Inc10,36%5,58%
BNP Paribas Funds - Euro High Yield Short Duration Bond Classe Classic Eur10,06%5,32%
By Mellon Global High Yield Bond Fund (eur) Classe A9,62%6,12%
Nella tabella i migliori fondi che investono in obbligazioni high yield a livello globale presenti sulla piattaforma di Online Sim. Dati in euro aggiornati a gennaio 2022. Fonte: Morningstar.

Scopri gli altri fondi per investire disponibili sulla piattaforma Online SIM.

Note

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Articolo precedente

Allarme permafrost: perché è un rischio per il Pianeta

Articolo successivo

Transizione energetica: perché il nucleare ora è diventato green

Autore

Roberta Caffaratti

Roberta Caffaratti

Giornalista segue da oltre 20 anni le dinamiche del mercato del risparmio gestito, della consulenza finanziaria e dei protagonisti del mondo degli investimenti. Prima come caporedattore di Bloomberg Investimenti e poi vicecaporedattore di Panorama Economy (Gruppo Mondadori).
Nel 2015, dopo la lunga carriera nella carta stampata economica, è passata alla comunicazione come responsabile delle attività di editoria aziendale e di content marketing di Lob Pr+Content occupandosi di progetti editoriali in diversi settori (risparmio, finanza, assicurazioni).
Dal 2015 cura, inoltre, la redazione dei contenuti del Blog di Online SIM, che oggi conta oltre 1200 articoli.

Nessun commento

Lascia un commento

Ho preso visione dell'informativa