La recente correzione di mercato non toglie forza al megatrend dell’Intelligenza Artificiale (IA), che anche prima dello scoppio della pandemia si stava già diffondendo a tanti settori industriali. L’automazione intelligente genera la cosiddetta Intelligent Economy che coinvolge tanti ambiti oltre alla tecnologia. Dalla sanità all’industria manifatturiera fino alla finanza e alla grande distribuzione e dall’intrattenimento al settore food fino alla cultura.

Secondo l’analisi dell’Accenture Institute for High Performance, in collaborazione con Frontier Economics, l’impatto dell’IA da qui al 2035 su 12 economie sviluppate che insieme generano oltre il 50% della produzione economica mondiale farà la differenza nella crescita del PIL dei Paesi. Ovviamente Usa e Regno Unito sono favorite insieme al Giappone. L’IA aiuta a crescere le economie ed è il motore post Covid-19, ma è anche una discriminante tra aziende vincitrici e vinte.

Per Neil Robson, responsabile azionario globale di Columbia Threadneedle e gestore del fondo Threadneedle (Lux) Global Select, l’IA consoliderà la posizione dominante e la maggiore redditività di poche imprese leader nei principali settori di business, concentrandoli ulteriormente tra gli operatori leader, che potranno realizzare Return on equity (ROE) del 30-40%.

Per Robson non è una questione di settore e nemmeno di campo. Questa tendenza colpisce sia le aziende di tipo growth sia quelle di tipo value. Le aziende value tendono a beneficiare della crescita ciclica, mentre le aziende growth tendono a beneficiare della crescita strutturale.

I vantaggi delle innovazioni tecnologiche

Vediamo quali sono i vantaggi dell’IA per le aziende:

  • Per tutte, indipendentemente dal settore, sarà la capacità di generare efficienza e un aumento della capacità produttiva
  • La capacità di sviluppare nuovi prodotti e servizi basati su dati che le aziende possiedono. Dà la possibilità di espandere le risorse di proprietà delle aziende

La sfida per gli investitori è capire quali aziende hanno i maggiori vantaggi competitivi e sono meglio posizionate per beneficiare delle dinamiche in atto nei rispettivi settori.

Secondo l’analisi di Columbia Threadneedle, le aziende più veloci nell’adottare innovazioni tecnologiche come l’IA e l’automazione intelligente acquisiscono un vantaggio di produttività e crescita su quelle che si muovono più lentamente.

Gli effetti di questa tendenza sono già evidenti nel settore tecnologico statunitense. Con il diffondersi delle tecnologie legate all’IA in una più ampia gamma di settori (sanità, finanza, industria, agricoltura) si prevede un’analoga divergenza di tassi di crescita e redditività tra le imprese leader e le altre.

IDEE DI INVESTIMENTO

L’Intelligenza Artificiale (IA) traina una rivoluzione industriale e sociale post Covid-19 ed è un megatrend di investimento di lungo termine. Al centro c’è il tema della robotica che è una possibilità di investimento offerta da pochi prodotti venduti sul mercato italiano. I migliori presenti sulla piattaforma di Online Sim sono:

  • Candriam Equities L Robotics & Innovative Technology Classe C Eur Acc è un azionario internazionale (+20,56% il rendimento a tre anni secondo dati Morningstar aggiornati a maggio 2021). Il fondo investe in azioni di società che operano in ambito tecnologico e robotico, tramite una gestione discrezionale. Il 58% del portafoglio è investito in Usa.
  • Pictet – Robotics Classe HR Eur il più longevo prodotto azionario internazionale specializzato sul questo segmento presente sul mercato italiano (+19,24% il rendimento a tre anni secondo dati Morningstar aggiornati a maggio 2021). Le aziende target saranno attive principalmente, ma non esclusivamente, nelle seguenti aree: applicazioni e componenti di robotica, automazione, sistemi autonomi, sensori, microcontrollori, stampa 3D, elaborazione dati, tecnologia di attuazione nonché riconoscimento di immagini, movimento o vocale e altro tecnologie e software abilitanti. Il fondo investe il 71% del portafoglio in Usa.
  • CS (Lux) Global Robotics Equity Classe BH Eur Acc è un azionario (+12,14% il rendimento a tre anni secondo dati Morningstar aggiornati a maggio 2021). Il fondo investe il 75% del portafoglio nel settore tecnologia e oltre il 60% in Usa.

Scopri come investire sulla piattaforma Online SIM.


Note

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Articolo precedente

Chi sale e chi scende: le classifiche dei migliori fondi ad aprile 2021

Articolo successivo

Fondi pensione: cosa cambia nella previdenza integrativa

Autore

Roberta Caffaratti

Roberta Caffaratti

E' responsabile delle attività di editoria aziendale e di content marketing di Lob Pr+Content. Ha seguito per anni il settore del risparmio gestito prima come caporedattore di Bloomberg Investimenti e poi vice caporedattore di Panorama Economy (gruppo Mondadori). E' stata chief content web manager di News 3.0.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *