La costante dei tassi zero spinge gli investitori obbligazionari verso la ricerca di asset class che possono offrire rendimenti costanti tipici del reddito fisso che sempre più spesso si trovano in aree non tradizionali e che richiedono una forte capacità di analisi e di gestione del rischio. Tra queste asset class la più nominata negli outlook 2020 dei principali gestori globali c’è il debito high yield, ovvero le obbligazioni ad alto rendimento, con una preferenza per l’Europa, ma senza trascurare le occasioni che si possono presentare in Usa e Asia. Secondo l’analisi di Allianz Global Investors la cosiddetta “ricerca di income” porta ad abbandonare i bond tradizionali e a preferire i titoli high yield a patto di essere in grado di sopportare un maggior rischio di portafoglio.

Un rischio più elevato ha portato nel 2019 a rendimenti di tutto rispetto per le obbligazioni high yield, in particolare per le obbligazioni europee con rating CCC che hanno reso oltre il 17%, mentre le BB quasi il 10%. Secondo l’analisi di J.P. Morgan Asset Management questi risultati si spiegano proprio con un generalizzato aumento della propensione al rischio che è destinato a durare per tutto il 2020 ma la ricerca del rendimento sarà più difficile perché ora la selezione dei settori da mettere in portafoglio si complica. Se guardiamo all’America, anche in questo caso le obbligazioni high yield hanno avuto rendimenti a due cifre ma lo scenario 2020 rispetto all’Europa è più complicato secondo i gestori di Loomis Sayles e gli investitori sono diventati diffidenti nei confronti della performance dei bond di qualità inferiore.

Secondo l’analisi di Pictet Asset Management, il debito high yield è uno dei pochi mercati a offrire un rendimento reale positivo ma si profila una criticità: le obbligazioni societarie stanno diventando più difficili da acquistare e vendere. La ragione? Le banche, che come intermediari di mercato erano solite incamerare miliardi di dollari in obbligazioni fino a quando non trovavano gli acquirenti, non sono più disposte o in grado di assumersi tali rischi nei loro bilanci. La conseguenza sarà un aumento della volatilità sul mercato delle obbligazioni societarie ma, secondo l’analisi di Pictet Asset Management, i fondamentali sono solidi e questi bond sono in grado di sopportare le oscillazioni perché hanno un’arma importante a loro vantaggio: il rendimento che deriva dalle cedole.

IDEE DI INVESTIMENTO

Per investire nel segmento obbligazioni high yield nel 2020 bisogna avere alcune accortezze: la prima è avere un orizzonte temporale adeguato, la seconda è una forte attenzione ai settori in portafoglio. Lo sottolinea in modo particolare l’analisi di Amundi secondo cui una maggiore attenzione su settori e titoli sarà fondamentale per evitare modelli di business insostenibili, tenuti in vita solamente dalla ricerca di rendimento degli investitori che continuerà a sostenere il segmento delle obbligazioni high yield nel 2020.
In particolare, per la maggioranza dei gestori l’high yield europeo è più solvibile rispetto al passato, con un rating medio BB- e solo il 5% di debito con rating CCC, il gradino più basso, il debito delle società cicliche e non cicliche è valutato in modo simile, ma le società i cui profitti sono più connessi al ciclo economico saranno più volatili in caso di un rallentamento economico.

Per puntare sul segmento high yield operando la massima diversificazione di portafoglio ci sono prodotti specializzati che investono a livello globale (Categoria Morningstar: Obbligazionari Globali High Yield)

La Top 10 dei fondi obbligazionari high yield

ProdottoRendimento 1yRendimento 3y
BNP Paribas Funds Global High Yield Bond IH USD Capitalisation (EUR)16,54%4,07%
Nordea 1 - International High Yield Bond Fund USD Hedged BI EUR16,31%4,17%
Janus Henderson Horizon Fund - Global High Yield Bond Fund Usd Classe A16,21%7,59%
Nordea 1 - International High Yield Bond Fund USD Hedged BP EUR15,82%3,74%
BGF Global High Yield Bond Fund Classe E2 EUR15,76%3,55%
Amundi Funds - Pioneer Global High Yield Bd E2 EUR (C)15,73%3,59%
Bny Mellon Global High Yield Bond Fund (eur) Classe A15,50%3,63%
Nordea 1 - Global High Yield Bond Fund Classe BP Usd14,78%2,89%
Goldman Sachs Global High Yield Portfolio Classe E (acc)14,75%2,82%
Morgan Stanley Investment Funds - Global High Yield Bond Fund AX (EUR)14,71%3,60%
Nella tabella, i migliori fondi obbligazionari che investono su obbligazioni high yield a livello globale ordinati per rendimento a un anno. Dati in euro aggiornati a gennaio 2020. Fonte: Morningstar.

Scopri sulla piattaforma Online SIM l’offerta completa dei fondi di investimento per investire.


Note

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

 

Articolo precedente

Chi sale e chi scende: le classifiche dei migliori fondi a dicembre 2019

Articolo successivo

Robo advisor: quanto vale e come cresce la consulenza del robot

Autore

Roberta Caffaratti

Roberta Caffaratti

E' responsabile delle attività di editoria aziendale e di content marketing di Lob Pr+Content. Ha seguito per anni il settore del risparmio gestito prima come caporedattore di Bloomberg Investimenti e poi vice caporedattore di Panorama Economy (gruppo Mondadori). E' stata chief content web manager di News 3.0.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *