In tempi di volatilità con forti ribassi e riprese improvvise spesso non giustificate dai fondamentali, gli investitori sono alla ricerca di soluzioni che possano mitigare i rischi. Allo stesso tempo anche che possano dare ritorni interessanti. Una soluzione è l’approccio absolute return che può dare rendimenti interessanti sull’obbligazionario e può diventare una buona scelta di diversificazione tra azionario e obbligazionario con un fondi multi-asset.

Come funzionano i fondi multi-asset

  • I fondi multi-asset cercano la migliore asset allocation con un’esposizione globale su diverse tipologie di investimento da quelle tradizionali (equity e bond), a quelle alternative (real estate e commodity).
  • La massima diversificazione è la caratteristica principale dei fondi multi-asset. Infatti consentono di giocare in attacco in tutte le fasi di mercato.
  • Il controllo del rischio è la seconda caratteristica chiave. In fasi di mercato come questa la selezione di una classe di attivo da mettere in portafoglio fa la differenza sul rendimento nel lungo termine.

fondi multi-asset come funzionano

IDEE DI INVESTIMENTO

È stata un’estate estremamente calda, non solo per gli effetti del cambiamento climatico, sul fronte dei prezzi. Il previsto picco dell’inflazione è stato continuamente rivisto al rialzo e continuerà così ad autunno inoltrato. Le banche centrali sono sotto pressione, la guerra in Ucraina ha spinto al rialzo i prezzi dell’energia e degli alimentari e, secondo l’analisi di Axa Investment Managers, nell’eurozona l’inflazione potrebbe arrivare al 9,5% a settembre o ottobre, prima che cominci a rallentare anche se a un passo moderato, creando il rischio di un’inflazione radicata.

I migliori fondi per investire

Le strategie multi-asset sono la risposta più indicata in termini di rapporto rischio/rendimento in questa fase di mercato. Vediamo dove investono i migliori fondi (Categoria Morningstar Alternative Global Macro) presenti sulla piattaforma di Online SIM.

  • BGF – Global Allocation Fund Classe E2 USD Acc è un fondo bilanciato moderato che punta a conseguire un reddito regolare investendo principalmente in un portafoglio di titoli che generano reddito a livello globale, utilizzando anche strumenti finanziari derivati. Partito nel 2002 a tre anni rende il 7,73% (dati Morningstar aggiornati ad agosto 2022). Il 16% del portafoglio è investito in obbligazioni, il 49% in azioni, il 32% in liquidità. I settori più rappresentati sono tecnologia, salute, beni di consumo ciclici. Gli Usa sono il primo mercato con il 67,9%.
  • DWS Concept Kaldemorgen Classe LC è un fondo bilanciato flessibile che investe fino al 100% del proprio patrimonio in azioni, valori mobiliari obbligazionari, certificati, titoli del mercato monetario e liquidità. Fino al 20% del patrimonio potrà essere investito in asset backed securities. Partito nel 2011 a tre anni rende il 3,10% (dati Morningstar aggiornati ad agosto 2022). Il 26% del portafoglio è investito in obbligazioni, il 43% in azioni, il 20% in liquidità. I settori più rappresentati sono salute, servizio alla comunicazione e finanza. L’Europa è il primo mercato con il 47%.
  • Invesco Pan European High Income Fund è un fondo bilanciato moderato che investe principalmente in titoli di debito europei a rendimento più elevato e, in misura minore, in titoli azionari. Partito nel 2006 a tre anni rende lo 0,78% (dati Morningstar aggiornati ad agosto 2022). Il 62% del portafoglio è investito in obbligazioni, il 19% in azioni, l’1,78% in liquidità. I settori più rappresentati sono finanza, salute e beni industriali. L’Europa area euro e non euro vale il 90%.
  • Fidelity Funds – Global Multi Asset Income Fund Classe A EUR Dis è un fondo bilanciato moderato che investe in tutto il mondo con esposizione ad obbligazioni investment grade, high yield e dei mercati emergenti e ad azioni di società. Fino al 50% può essere investito in titoli di stato globali. Fino al 30% può essere investito in attività con esposizione in immobili. Fino al 30% può essere investito in attività con esposizione in infrastrutture. Partito nel 2015 a tre anni rende lo 0,72% (dati Morningstar aggiornati ad agosto 2022). Il 48% del portafoglio è investito in obbligazioni, il 24% in azioni, il 14% in liquidità. I settori più rappresentati sono finanza, salute e beni di consumo difensivi. Gli Usa sono il primo mercato con il 29%.
  • Pictet – Multi Asset Global Opportunities-R EUR è un fondo bilanciato prudente che investe sui trend dei mercati finanziari con esposizione a valute estere, strumenti di debito di ogni genere (pubblici o privati), strumenti del mercato monetario, titoli azionari e assimilati, immobili, indici di volatilità e indici delle materie prime. Partito nel 2013 a tre anni rende lo 0,51% (dati Morningstar aggiornati ad agosto 2022). Il 24% del portafoglio è investito in obbligazioni, il 20% in azioni, il 50% in liquidità. I settori più rappresentati sono tecnologia, beni industriali e finanza. Gli Usa sono il primo mercato con il 57%.
  • JP Morgan Global Income Classe D Eur Div è un fondo bilanciato moderato che punta a conseguire un reddito regolare investendo principalmente in un portafoglio di titoli che generano reddito a livello globale, utilizzando anche strumenti finanziari derivati. Partito nel 2009 a tre anni rende lo 0,20% (dati Morningstar aggiornati ad agosto 2022). Il 47% del portafoglio è investito in obbligazioni, il 39% in azioni, il 7% in liquidità. I settori più rappresentati sono finanza, immobiliare e servizi di pubblica utilità. Gli Usa sono il primo mercato con il 38%.

Fai un check-up del portafoglio sulla piattaforma Online SIM e scopri i migliori fondi per investire.

check-up

Note

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Articolo precedente

Investire a lungo termine: perché il futuro del wellness è la personalizzazione

Articolo successivo

Febbre da inflazione: quali sono gli effetti sugli investimenti a lungo termine

Autore

Roberta Caffaratti

Roberta Caffaratti

Giornalista segue da oltre 20 anni le dinamiche del mercato del risparmio gestito, della consulenza finanziaria e dei protagonisti del mondo degli investimenti. Prima come caporedattore di Bloomberg Investimenti e poi vicecaporedattore di Panorama Economy (Gruppo Mondadori).
Nel 2015, dopo la lunga carriera nella carta stampata economica, è passata alla comunicazione come responsabile delle attività di editoria aziendale e di content marketing di Lob Pr+Content occupandosi di progetti editoriali in diversi settori (risparmio, finanza, assicurazioni).
Dal 2015 cura, inoltre, la redazione dei contenuti del Blog di Online SIM, che oggi conta oltre 1200 articoli.

Nessun commento

Lascia un commento

Ho preso visione dell'informativa