I mercati azionari europei hanno chiuso la prima parte del 2020 con un andamento che segue quello dei contagi della pandemia da Covid-19. Nei Paesi in cui il virus circolava di più il mercato scendeva, dove sembrava contenuto le borse rialzavano la testa.

La volatilità è stata la vera protagonista ma se si guardano i dati in maniera puntuale ci sono alcune tendenze sul mercato europeo che emergono in maniera evidente:

  • i titoli growth hanno performato meglio di quelli value;
  • le small e mid cap hanno spesso battuto le large cap nei paesi più colpiti come l’Italia;
  • le valutazioni delle azioni europee dopo i bilanci del secondo trimestre sono tornate attraenti.

Il Blog di Online Sim, utilizzando i dati Morningstar, ha fatto un bilancio del primo semestre 2020 mettendo a confronto la performance delle categorie di fondi azionari Europa small e large cap in ogni stile di gestione. A vincere la gara sono i fondi large cap a stile growth che si confermano una scelta vincente anche nel lungo periodo.

Fondi azionari Europa: chi vince nel primo semestre 2020

CategoriaRendimento primo semestre 2020Rendimento 1yRendimento 3y
Europe Large-Cap Growth-4,34%8,40%6,22%
Europe Mid-Cap-8,83%4,25%2,88%
Europe Small-Cap-10,77%-0,15%0,85%
Europe Large-Cap Blend-11,26%-1,99%0,91%
Europe Large-Cap Value-17,69%-10,71%-3,85%
Nella tabella il confronto tra categorie di fondi azionari che investono in Europa su large, small e mid cap con diversi stili di gestione. Dati in euro aggiornati a luglio 2020. Fonte: Morningstar Direct.

Con riferimento particolare all’Italia, secondo l’analisi di Morningstar, le migliori opportunità nel primo semestre le hanno offerte i fondi Small Growth e Mid Growth.

IDEE DI INVESTIMENTO

L’Europa è sotto i riflettori dei gestori a caccia di opportunità azionarie nel secondo semestre 2020. Secondo l’analisi di Amundi, la crisi del Covid-19 ha evidenziato tensioni all’interno dell’UE, l’attuazione del Recovery Plan richiederà tempo e i bilanci nazionali resteranno essenziali per sostenere la ripresa. Il PEPP della Banca centrale europea (BCE) protegge il mercato, ma all’orizzonte ci sono una serie di rischi geopolitici di cui tenere conto come le elezioni tedesche nel 2021 e la ripresa dei negoziati sulla Brexit. Per Amundi il rischio di frammentazione è alto ma due fattori hanno riacceso l’interesse a livello internazionale: il Recovery Fund e la ripresa dei titoli ciclici/value che può continuare e vede i settori finanziario ed energia tra i favoriti. Secondo l’analisi di Natixis Investment Managers gli utili del secondo trimestre 2020 indicano il punto da cui ripartire e ci aiuteranno a quantificare i danni. I mercati prezzano uno scenario di ripresa, i recenti ostacoli hanno frenato la propensione al rischio, ma secondo Natixis IM, l’impatto dei rischi non ne arresterà la corsa, anzi, ci sarà un graduale movimento al rialzo.

Per investire sull’Europa nel secondo semestre 2020 la migliori scelta è un fondo azionario che punta sullo stile growth e azioni a grande capitalizzazione (Categoria Morningstar Azionari Europa Large Cap Growth).

La Top 5 dei fondi azionari Europa large cap

ProdottoRendimento YTDrendimento 1y
BNP Paribas Funds Euro Defensive Equity N-Capitalisation11,37%13,35%
Candriam Equities L Emu Classe C6,14%16,60%
Bgf European Focus Eur Classe A2*5,44%15,98%
Bgf European Fund Classe A2 Eur*5,05%15,81%
Fidelity Active Strategy - FAST - Europe Fund A-ACC-EUR4,98%15,219%
Nella tabella i migliori fondi azionari che investono sull'Europa ordinati per rendimento da gennaio 2020. Dati in euro aggiornati a luglio 2020.

*Fondi di Classe istituzionale, per investitori retail sono disponibili i seguenti fondi: Bgf European Focus Fund Eur Classe E2 e Bgf European Fund Eur Classe E2

Scopri sulla piattaforma Online Sim i Portafogli Modello per investire scegliendo il giusto portafoglio in base alle tue esigenze, propensione al rischio ed obiettivi di investimento.

Note

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Articolo precedente

Investire sostenibile: S come sociale

Articolo successivo

Investire sostenibile: G come governance

Autore

Roberta Caffaratti

Roberta Caffaratti

E' responsabile delle attività di editoria aziendale e di content marketing di Lob Pr+Content. Ha seguito per anni il settore del risparmio gestito prima come caporedattore di Bloomberg Investimenti e poi vice caporedattore di Panorama Economy (gruppo Mondadori). E' stata chief content web manager di News 3.0.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *