Dopo quasi un anno di prevalenza del megatrend dei titoli value, dalla fine di aprile i titoli growth sembrano aver ripreso terreno. Questo pone il tema di riguardare il posizionamento del portafoglio sui titoli ciclici, in particolar modo in Europa. Il rally dei titoli ciclici e value è alla fine?

Secondo l’analisi di Enguerrand Artaz, gestore di La Financiere de l’Echiquier, la maggior parte dei principali indici mondiali ha raggiunto livelli elevati. Considerando anche il P/E corretto per il ciclo e gli indicatori del sentiment si sono raggiunti massimi che non si toccavano da anni ormai, così come per gli indicatori macroeconomici.

In particolare è l’industria manifatturiera che potrebbe aver raggiunto il suo picco, ma il potenziale per i titoli ciclici c’è ancora. In questa fase di mercato è la qualità il criterio di selezione prevalente. Passata una fase iniziale in cui ogni scelta value e ciclica era corretta. Per La Financiere de l’Echiquier sono da preferire le aziende dai bilanci sani, sia nel value sia nel growth, con posizioni di leadership e un prezzo ragionevole.

IDEE DI INVESTIMENTO

Alla ricerca della qualità e delle selezione tra i titoli ciclici, secondo un’analisi di Pictet Asset Management, i finanziari hanno grandi potenzialità di sovraperformare il mercato. Non solo questo settore presenta valutazioni interessanti. Inoltre, se i rendimenti obbligazionari rimangono stabili o salgono, i finanziari potrebbero sovraperformare.

Per diversificare una porzione del portafoglio su settore finanza esistono sul mercato italiano fondi azionari specializzati che investono con un’ottica globale (Categoria Morningstar: Azionari Servizi Finanziari).

Ecco i migliori presenti sulla piattaforma di Online Sim:

  • Algebris Financial Equity Fund Classe R EUR (Acc) è un azionario tematico che investe a livello globale sul settore finanza con una prevalenza in America. Il fondo è nato nel 2016 e a un anno rende il 55,98% secondo dati Morningstar aggiornati a giugno 2021.
  • Bgf World Financials Fund Usd Classe E2 è un fondo azionario internazionale che investe a livello mondiale almeno il 70% del patrimonio in azioni di società operanti prevalentemente nel settore dei servizi finanziari. Il fondo rende il 14,94% a cinque anni secondo dati Morningstar aggiornati a giugno 2021 (+50.38% a un anno).
  • Fidelity Global Financial Services Fund Classe E (acc) è un azionario tematico che investe a livello globale in aziende che operano nell’industria dei servizi finanziari sia multinazionali, sia società che operano esclusivamente su scala locale, o che offrono un’esposizione unica a mercati di nicchia. Il fondo rende il 10,25% a cinque anni secondo dati Morningstar aggiornati a giugno 2021 (+36,24% a un anno).
  • NN (L) Invest Banking & Insurance Classe X Eur è un azionario tematico che investe a livello globale in società dei settori: bancario, credito al consumo, investment banking e brokeraggio, gestioni patrimoniali e assicurativo. Il fondo rende l’8,15% a cinque anni secondo dati Morningstar aggiornati a giugno 2021 (+32,77% a un anno).

Scopri gli altri fondi per investire sulla piattaforma Online SIM.

Note

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Articolo precedente

Chi sale e chi scende: le classifiche dei migliori fondi a maggio 2021

Articolo successivo

Portafogli modello: come costruire un’allocazione concentrata in azioni

Autore

Roberta Caffaratti

Roberta Caffaratti

E' responsabile delle attività di editoria aziendale e di content marketing di Lob Pr+Content. Ha seguito per anni il settore del risparmio gestito prima come caporedattore di Bloomberg Investimenti e poi vice caporedattore di Panorama Economy (gruppo Mondadori). E' stata chief content web manager di News 3.0.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *