La lunga corsa elettorale in vista del voto di maggio 2019 per le elezioni generali in India è già cominciata e preoccupa i grandi investitori. La ragione? I partiti politici dell’opposizione di tutta l’India si stanno organizzando per arrivare a stringere un patto di alleanza e presentarsi uniti contro il primo ministro in carica Narendra Modi nelle prossime elezioni generali del paese. Secondo quanto riporta Bloomberg, non si era mai vista un’unità simile nei partiti dell’opposizione che vedono in prima fila Rahul Gandhi. L’obiettivo è formare un’alleanza formale pre-elettorale con un programma di massima comune. Si tratta di una minaccia seria alla rielezione di Modi che è il candidato su cui punta il mercato perché ha saputo far crescere il Paese con un piano di riforme strutturali importante.

L’appuntamento elettorale di maggio – al voto sono chiamate quasi 1 milione di persone – è un momento importante per l’India e, più in generale, per tutta l’area emergente asiatica che dall’economia del Paese può trarre solo vantaggi. I sondaggi, per ora, sono ancora tutti a favore di una rielezione di Modi, ma la sua corsa verso la guida dell’India sarà più complicata e preoccupa i mercati dopo un 2018 ad alta volatilità in cui l’indice azionario MSCI India ha perso il 7,3%. Secondo l’analisi di Schroders, la coalizione di opposizione che si sta formando rischia di creare una paralisi politica e potrebbe rallentare i processi decisionali, impattando sulle performance dei mercati indiani. Per Schroders l’impatto dei risultati elettorali è, di solito, di breve termine e può essere attutito da crescita economica del Paese e da buoni utili societari che devono essere il faro per un investitore di lungo periodo.

La crescita del Prodotto Interno Lordo (PIL) dell’India continua a essere la ragione per cui un investitore che guarda a lungo termine prenda in considerazione un investimento nel Paese asiatico. L’India cresce a un ritmo superiore al 7% all’anno e, secondo le stime della Banca Mondiale, nel 2019 il tasso di crescita dell’economia indiana dovrebbe arrivare al 7,7%. Secondo le proiezioni di Price Waterhouse Cooper sulla crescita dell’economia mondiale da qui al 2050, l’India può superare gli Stati Uniti diventando la seconda economia più grande del mondo dopo la Cina. Il grande driver dell’economia indiana è la tecnologia. La rivoluzione blockchain in India sta cambiando l’urbanizzazione e le industrie e questo, insieme con le riforme di Modi – prima tra tutte la demonetizzazione del Paese – e la spinta verso i pagamenti digitali,  spinge gli investitori esteri a puntare sull’India.

IDEE DI INVESTIMENTO

Un governo stabile che prosegua le riforme strutturali del Paese. Su questo risultato puntano i grandi gestori che guardano alle elezioni generali di maggio come un punto di riferimento per riposizionare i propri portafogli sui mercati emergenti. Non preoccupano le condizioni macroeconomiche dell’India che è guidata da una crescita dei consumi ed è solo lambita dai venti della guerra commerciale tra Usa e Cina.  L’inflazione stabile e  i tassi stabili dovrebbero favorire anche l’investimento sul mercato obbligazionario indiano in valuta locale che, secondo Schroders, nel 2019 potrebbe fare meglio del mercato azionario indiano.

Per investire sul mercato azionario indiano con un’ottica lungo periodo la scelta più indicata è puntare su fondi azionari specializzati (Categoria Morningstar: Azionari India)

La Top 10 dei fondi azionari che investono in India

ProdottoRendimento 3yRendimento YTD
Nomura Funds Ireland plc - India Equity Fund Class A EUR14,96%-6,70%
FF - India Focus Fund - A - USD12,48%-4,07%
Kotak Funds - India Midcap Fund J USD Acc12,06%-8,08%
Amundi Funds SBI FM Equity India Classe FU12,06%-8,08%
Schroder International Selection Fund Indian Equity C Accumulation USD11,45%-4,49%
Pictet - Indian Equities Classe R Eur11,23%-3,20%
BlackRock Global Funds - India Fund D210,91%-4,40%
Dws India Eur LC Euro10,53%-4,24%
Stewart Investors Indian Subcontinent Sustainability Fund Class B (Accumulation) USD10,52%-4,10%
Mirae Asset Global Discovery Fund - India Sector Leader Equity Fund A EUR Capitalization10,05%-1,90%
Nella tabella, i migliori fondi azionari che investono sul mercato indiano ordinati per rendimento a tre anni. Dati in euro aggiornati a febbraio 2019. Fonte: Morningstar.

Per investire sul mercato obbligazionario indiano in valuta locale la scelta più indicata è un fondo obbligazionario specializzato Asia in valuta locale (Categoria Morningstar: Obbligazionari Asia in valuta locale)

La Top 10 dei fondi obbligazionari Asia in valuta locale più esposti all'India

ProdottoPeso % IndiaRendimento 3yRendimento 1y
Templeton Asian Bond Fund Classe A (acc) USD30,05%2,95%10,16%
AB AsiaPacLclCcyDbt C2 USD Acc25,16%3,51%7,94%
Amundi Funds Bond Asian Local Debt Classe SU12,93%1,60%6,64%
Aberdeen Standard Sicav I - Asian Bond Fund17,47%3,29%6,32%
Pictet - Asian Local Currency Debt Classe R Usd17,35%1,79%7,81%
AS SICAV I Asn LcCy STBd A QInc USD16,64%1,81%5,19%
Legg Mason WA Asian Opps E USD Acc13,36%2,11%6,71%
Schroder Asian Local Currency Bond Classe A USD9,64%3,86%9,45%
Credit Suisse (Lux) Asia Local Currency Bond Fund ClasseB USD Cap9,44%4,29%7,64%
HSBC GIF Asian Currencies Bond EC2,67%0,66%7,17%
Nella tabella, i migliori fondi azionari Asia che investono in bond in valuta locale ordinati per il peso in portafoglio dato all'India. Fonte Morningstar Direct. Dati in euro disponibili al 19 febbraio 2019. I rendimenti a 3 anni sono annualizzati.

Scopri come investire sulla piattaforma Online SIM.

Note

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

 

 

 

Articolo precedente

America Latina: perché riparte con Brasile e Argentina

Articolo successivo

Il Green New Deal americano rilancia la sostenibilità. Come investire

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *