I fondi tematici sono quelli che per definizione cavalcano un tema e sono a caccia delle prossime storie vincenti soprattutto nella tecnologia. Prevedere il futuro è difficile perché per ogni iPad c’è un Newton e per ogni Facebook c’è un MySpace. Per i gestori dei fondi tematici questa è la vera sfida: mettersi a caccia delle storie che possono diventare un successo nel lungo periodo. In gergo borsistico i gestori vanno a caccia della cosiddetta “next big thing” e se sono bravi possono scovare le prossima Apple e Facebook solo per fare i nomi di due storie davvero vincenti nei due decenni precedenti a questo.

Prevedere il futuro però è impossibile ed è un esercizio rischioso, anche quando lo fai nel modo giusto. Tuttavia, i fondi tematici da una decina di anni a questa parte, attraggono sempre più denaro dagli investitori di lungo periodo e dal 2017 a fine 2019 le masse gestite a livello globale sono raddoppiate fino a 175,2 miliardi di dollari alla fine di dicembre, secondo i dati di Morningstar. I segnali per cui la crescita è destinata a durare anche nel 2020 ci sono tutti e accanto ai fondi tematici che spesso guardano a un solo grande macrotema dove sostenibilità e tecnologia fanno la parte del leone, si sta a affermando una particolare tipologia di fondi che guarda ai megatrend, puntando sui cambiamenti secolari dell’economia che sono trasversali a più settori.

IDEE DI INVESTIMENTO

Per capire come si stanno muovendo i gestori che costruiscono portafogli di fondi tematici Online Sim ha guardato cosa c’è dentro i migliori fondi tematici e quelli che puntano sui megatrend venduti in Italia a prescindere dalla loro asset class di appartenenza (azionari, bilanciati, obbligazionari). Il risultato dell’analisi sui migliori prodotti tematici e megatrend che hanno un rendimento di almeno 3 anni dice:

  • In vetta alla graduatoria c’è AB Sustainable US Thematic I USD (EUR) un azionario Usa che guarda alla società a grande capitalizzazione e ha uno stile growth. Il fondo a tre anni rende il 17,93% (Fonte: Morningstar, dati in euro aggiornati a febbraio 2020) e investe in società statunitensi operanti in diversi settori – con una preferenza per tecnologia e salute – che hanno un’esposizione positiva ai temi dell’investimento sostenibile sotto il profilo ambientale o sociale, sostanzialmente compatibili con la realizzazione degli Obiettivi per lo sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite.
  • Punta sulle tendenze sostenibili a livello globale AB Sustainable Global Thematic I USD (EUR). Il fondo è un azionario internazionale, a tre anni rende il 14,51% (Fonte: Morningstar, dati in euro aggiornati a febbraio 2020) e ha la stessa strategia del tematico che ci concentra sugli Stati Uniti guardando però a tutti i mercati globali (Usa ed Europa soni i primi mercati in portafoglio). Tecnologia e salute sono i settori privilegiati.
  • Sul podio dei migliori si piazza Robeco MegaTrends D EUR, un fondo azionario internazionale che guarda alle società a grande capitalizzazione e ha uno stile growth. Il fondo a tre anni rende il 13,77% (Fonte: Morningstar, dati in euro aggiornati a febbraio 2020) e investe su tre trend principali: la digitalizzazione dell’economia, il Rinascimento Industriale USA, l’invecchiamento della popolazione legato alla salute. Tecnologia, finanza e salute sono i primi tre settori in portafoglio e il mercato Usa vale il 50% del portafoglio.
  • Guarda alla sostenibilità JSS Sustainable Equity – Global Thematic I EUR acc un fondo azionario internazionale a stile growth che a tre anni rende il 13,61% (Fonte: Morningstar, dati in euro aggiornati a febbraio 2020). Il fondo investe principalmente in piccole e medie imprese innovative ed orientate al futuro, che si impegnano a lungo termine al di là delle norme nazionali ed internazionali e forniscono un notevole contributo alle economie ecologicamente e socialmente compatibili. Energia pulita, l’efficienza delle risorse, la salute, l’acqua, la mobilità e i consumi sostenibili sono i temi preferiti, il 66% del portafoglio è investito in America.
  • Bilancia temi di finanza, tecnologia e salute il fondo Lazard Thematic Global Fund A Acc USD che a tre anni rende il 13,28% (Fonte: Morningstar, dati in euro aggiornati a febbraio 2020). Si tratta di un azionario internazionale a stile blend. Gli Stati Uniti sono il primo mercato di investimento con un peso del 51% nel portafoglio.
  • Pictet – Global Thematic Opportunities-I EUR Acc rende a tre anni rende il 12,37% (Fonte: Morningstar, dati in euro aggiornati a febbraio 2020). Si tratta di un azionario internazionale a stile growth e investe principalmente in titoli che possono beneficiare di temi di mercato globali a lungo termine derivanti da cambiamenti economici e sociali secolari come demografia, stile di vita e consumi, normative o ambiente.
  • Pictet – Global Megatrend Selection Classe R USD rende a tre anni il 10,69% (Fonte: Morningstar, dati in euro aggiornati a febbraio 2020) ed è un azionario internazionale. Investe sui trend secolari con un occhio di riguardo a tecnologia, beni industriali e beni di consumo ciclici. Il mercato americano vale il 57% del portafoglio.
  • Il fondo JSS Thematic Equity – Global C EUR acc a tre anni rende il 10,52% (Fonte: Morningstar, dati in euro aggiornati a febbraio 2020) ed è un azionario internazionale a stile blend che privilegia strategie d’investimento orientate a tematiche specifiche piuttosto che al concetto tradizionale della diversificazione geografica e settoriale. Include da quattro a sei settori globali, che a lungo termine beneficeranno delle tendenze dello sviluppo a livello mondiale. Finanza, beni di consumo e salute sono i settori privilegiati e il mercato Usa pesa il 47%.

Scopri sulla piattaforma Online SIM l’offerta completa dei fondi di investimento per investire.


Note

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Articolo precedente

Chi sale e chi scende: le classifiche dei migliori fondi a gennaio 2020

Articolo successivo

Fondi azionari small cap Europa: caccia al rendimento

Autore

Roberta Caffaratti

Roberta Caffaratti

E' responsabile delle attività di editoria aziendale e di content marketing di Lob Pr+Content. Ha seguito per anni il settore del risparmio gestito prima come caporedattore di Bloomberg Investimenti e poi vice caporedattore di Panorama Economy (gruppo Mondadori). E' stata chief content web manager di News 3.0.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *