I fondi tematici sono quelli che per definizione cavalcano un tema e sono a caccia delle prossime storie vincenti soprattutto nella tecnologia. Prevedere il futuro è difficile perché per ogni iPad c’è un Newton e per ogni Facebook c’è un MySpace. Per i gestori dei fondi tematici questa è la vera sfida: mettersi a caccia delle storie che possono diventare un successo nel lungo periodo. In gergo borsistico i gestori vanno a caccia della cosiddetta “next big thing” e se sono bravi possono scovare le prossima Apple e Facebook solo per fare i nomi di due storie davvero vincenti nei due decenni precedenti a questo.

Prevedere il futuro però è impossibile ed è un esercizio rischioso, anche quando lo fai nel modo giusto. Tuttavia, i fondi tematici da una decina di anni a questa parte, attraggono sempre più denaro dagli investitori di lungo periodo e dal 2017 a fine 2019 le masse gestite a livello globale sono raddoppiate fino a 175,2 miliardi di dollari alla fine di dicembre, secondo i dati di Morningstar. I segnali per cui la crescita è destinata a durare anche nel 2020 ci sono tutti e accanto ai fondi tematici che spesso guardano a un solo grande macrotema dove sostenibilità e tecnologia fanno la parte del leone, si sta a affermando una particolare tipologia di fondi che guarda ai megatrend, puntando sui cambiamenti secolari dell’economia che sono trasversali a più settori.

IDEE DI INVESTIMENTO

Per capire come si stanno muovendo i gestori che costruiscono portafogli di fondi tematici Online Sim ha guardato cosa c’è dentro i migliori fondi tematici e quelli che puntano sui megatrend venduti in Italia a prescindere dalla loro asset class di appartenenza (azionari, bilanciati, obbligazionari). Il risultato dell’analisi sui migliori prodotti tematici e megatrend che hanno un rendimento di almeno 3 anni dice:

  • In vetta alla graduatoria c’è AB Sustainable US Thematic I USD (EUR) un azionario Usa che guarda alla società a grande capitalizzazione e ha uno stile growth. Il fondo a tre anni rende il 17,93% (Fonte: Morningstar, dati in euro aggiornati a febbraio 2020) e investe in società statunitensi operanti in diversi settori – con una preferenza per tecnologia e salute – che hanno un’esposizione positiva ai temi dell’investimento sostenibile sotto il profilo ambientale o sociale, sostanzialmente compatibili con la realizzazione degli Obiettivi per lo sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite.
  • Punta sulle tendenze sostenibili a livello globale AB Sustainable Global Thematic I USD (EUR). Il fondo è un azionario internazionale, a tre anni rende il 14,51% (Fonte: Morningstar, dati in euro aggiornati a febbraio 2020) e ha la stessa strategia del tematico che ci concentra sugli Stati Uniti guardando però a tutti i mercati globali (Usa ed Europa soni i primi mercati in portafoglio). Tecnologia e salute sono i settori privilegiati.
  • Sul podio dei migliori si piazza Robeco MegaTrends D EUR, un fondo azionario internazionale che guarda alle società a grande capitalizzazione e ha uno stile growth. Il fondo a tre anni rende il 13,77% (Fonte: Morningstar, dati in euro aggiornati a febbraio 2020) e investe su tre trend principali: la digitalizzazione dell’economia, il Rinascimento Industriale USA, l’invecchiamento della popolazione legato alla salute. Tecnologia, finanza e salute sono i primi tre settori in portafoglio e il mercato Usa vale il 50% del portafoglio.
  • Guarda alla sostenibilità JSS Sustainable Equity – Global Thematic I EUR acc un fondo azionario internazionale a stile growth che a tre anni rende il 13,61% (Fonte: Morningstar, dati in euro aggiornati a febbraio 2020). Il fondo investe principalmente in piccole e medie imprese innovative ed orientate al futuro, che si impegnano a lungo termine al di là delle norme nazionali ed internazionali e forniscono un notevole contributo alle economie ecologicamente e socialmente compatibili. Energia pulita, l’efficienza delle risorse, la salute, l’acqua, la mobilità e i consumi sostenibili sono i temi preferiti, il 66% del portafoglio è investito in America.
  • Bilancia temi di finanza, tecnologia e salute il fondo Lazard Thematic Global Fund A Acc USD che a tre anni rende il 13,28% (Fonte: Morningstar, dati in euro aggiornati a febbraio 2020). Si tratta di un azionario internazionale a stile blend. Gli Stati Uniti sono il primo mercato di investimento con un peso del 51% nel portafoglio.
  • Pictet – Global Thematic Opportunities-I EUR Acc rende a tre anni rende il 12,37% (Fonte: Morningstar, dati in euro aggiornati a febbraio 2020). Si tratta di un azionario internazionale a stile growth e investe principalmente in titoli che possono beneficiare di temi di mercato globali a lungo termine derivanti da cambiamenti economici e sociali secolari come demografia, stile di vita e consumi, normative o ambiente.
  • Pictet – Global Megatrend Selection Classe R USD rende a tre anni il 10,69% (Fonte: Morningstar, dati in euro aggiornati a febbraio 2020) ed è un azionario internazionale. Investe sui trend secolari con un occhio di riguardo a tecnologia, beni industriali e beni di consumo ciclici. Il mercato americano vale il 57% del portafoglio.
  • Il fondo JSS Thematic Equity – Global C EUR acc a tre anni rende il 10,52% (Fonte: Morningstar, dati in euro aggiornati a febbraio 2020) ed è un azionario internazionale a stile blend che privilegia strategie d’investimento orientate a tematiche specifiche piuttosto che al concetto tradizionale della diversificazione geografica e settoriale. Include da quattro a sei settori globali, che a lungo termine beneficeranno delle tendenze dello sviluppo a livello mondiale. Finanza, beni di consumo e salute sono i settori privilegiati e il mercato Usa pesa il 47%.

Scopri sulla piattaforma Online SIM l’offerta completa dei fondi di investimento per investire.


Note

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Articolo precedente

Chi sale e chi scende: le classifiche dei migliori fondi a gennaio 2020

Articolo successivo

Fondi azionari small cap Europa: caccia al rendimento

Autore

Roberta Caffaratti

Roberta Caffaratti

Giornalista segue da oltre 20 anni le dinamiche del mercato del risparmio gestito, della consulenza finanziaria e dei protagonisti del mondo degli investimenti. Prima come caporedattore di Bloomberg Investimenti e poi vicecaporedattore di Panorama Economy (Gruppo Mondadori).
Nel 2015, dopo la lunga carriera nella carta stampata economica, è passata alla comunicazione come responsabile delle attività di editoria aziendale e di content marketing di Lob Pr+Content occupandosi di progetti editoriali in diversi settori (risparmio, finanza, assicurazioni).
Dal 2015 cura, inoltre, la redazione dei contenuti del Blog di Online SIM, che oggi conta oltre 1200 articoli.

Nessun commento

Lascia un commento

Ho preso visione dell'informativa