La consultazione elettorale per la presidenza americana si è chiusa con il nome del democratico Joe Biden, come vincitore e con lo sconfitto, il repubblicano Donald Trump, che non ha nessuna intenzione di ammettere la sconfitta.

Era uno degli scenari possibili per gli analisti e per i mercati che poco hanno considerato le azioni legali che il team repubblicano intende portare avanti per ricontare i voti, denunciando brogli elettorali.

Per i mercati la notizia di un vaccino contro il coronavirus che funziona al 90%, annunciato dalla società farmaceutica Pfizer insieme con la società biotech BioNTech, vale più dei capricci di un ex presidente americano che non vuole lasciare la Casa Bianca. Detto questo, non c’è dubbio che un risultato elettorale contestato sia una turbativa per le Borse nel medio termine e possa creare volatilità e nervosismo negli investitori.

Quindi cosa fare adesso, considerando che la maggior parte degli azionisti ha affermato in un recente sondaggio di UBS Group AG che apporterà modifiche ai propri portafogli? La buona notizia secondo il consesus dei gestori di Axa Invetment Managers, Pictet Asset Management, Amundi, AComeA Sgr, è che la volatilità resterà un tema ma la conclusione delle elezioni, con un risultato che dovrebbe portare a una stabilità dell’America entro il primo trimestre 2021, elimina un fattore di rischio dal campo e gli elementi macroeconomici torneranno al centro della scena.

In particolare, le attese dei gestori sono concentrare sulla riforma fiscale che Biden potrebbe mettere in campo già nel primo semestre 2021 e che dovrebbe, insieme all’azione delle FED, dare una spinta agli utili delle aziende americane, soprattutto se le speranze di un vaccino contro il virus diventeranno sempre più concrete.

IDEE DI INVESTIMENTO

Ecco una piccola guida pratica su cosa fare e non fare dopo le elezioni americane:

  • Non pensare alle azioni: se il portafoglio è ben impostato, non è il momento di pensare a rotazioni che sbilancino l’asset allocation o, peggio, di abbandonare scelte di lungo termine che adesso possono soffrire.
  • Valute, petrolio e oro, possono muoversi rapidamente in queste fasi di mercato e possono fare gola a chi non è esperto: prima di compiere qualsiasi passo acquistando nuovi asset è bene verificare il proprio grado di rischio e gli obiettivi di investimento.
  • Se si decide di rivedere la propria asset allocation, questo è il momento di affidarsi alla consulenza per scoprire quale sia il a portafoglio modello più adatto ai propri obiettivi di lungo termine.
  • In caso di revisione della propria asset allocation non è necessario compiere grossi movimenti: a volte un piccolo aggiustamento ben assestato può far guadagnare rendimento nel lungo termine.
  • La componente obbligazionaria di portafoglio è quella che soffre di più in questo momento di tassi sotto zero. In questo segmento ci sono scelte nuove di lungo termine come i green bond che possono essere utili per diversificare e cercare rendimento.

Scopri i nuovi fondi ESG  disponibili sulla nostra piattaforma per investire in modo sostenibile sui trend di lungo termine della sostenibilità ambientale.

Note

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

 

 

Articolo precedente

Investire a tema: tutte le opportunità dell’Industria 4.0

Articolo successivo

Investimenti ESG: perché la governance ora vale di più

Autore

Roberta Caffaratti

Roberta Caffaratti

E' responsabile delle attività di editoria aziendale e di content marketing di Lob Pr+Content. Ha seguito per anni il settore del risparmio gestito prima come caporedattore di Bloomberg Investimenti e poi vice caporedattore di Panorama Economy (gruppo Mondadori). E' stata chief content web manager di News 3.0.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *