L’impegno dell’Unione Europea per promuovere la diversità e l’inclusione nelle politiche dei 27 Stati membri si rafforza con l’apertura del mese europeo della diversità. A maggio 2022 saranno diverse le iniziative in tutta Europa per promuovere azioni concrete.

Un primo atto concreto è stato il Premio Capitali europee dell’inclusione e della diversità. La Commissione Europea ha premiato per la prima volta città e regioni UE che hanno dato il buon esempio con politiche inclusive e si sono iscritte a concorrere. Croazia, Germania, Romania, Spagna e Svezia si sono dimostrate vincenti.

In particolare:

  • Tra le città con oltre 50 mila abitanti è la tedesca Colonia a battere tutti per la sua strategia di promozione della diversità e l’inclusione. Al secondo posto la svedese Göteborg e al terzo Barcellona.
  • La città croata Koprivnica è prima tra le città con meno di 50 mila abitanti e ha battuto tutti per la strategia a sostegno delle persone con disabilità. Seguita dalla tedesca Ingelheim am Rhein e dalla spagnola Antequera.
  • Nella particolare categoria dedicata all’inclusione della popolazione rom, la regione spagnola dell’Andalusia ha sbaragliato la concorrenza. Al secondo Göteborg e al terzo Grădinari (Romania).

Lanciato nell’ambito del Piano d’azione antirazzismo 2020-2025 dell’Ue, il Premio annuale delle Capitali europee dell’inclusione e della diversità. Lavoro della Commissione verso un’unione dell’uguaglianza. L’obiettivo è riconoscere chi fa un buon lavoro in termini di genere, origine razziale o etnica, religione o credo, disabilità, età, diritti LGBTQI e integrazione della popolazione rom.

Diversità e inclusione: quanto pesa sul PIL europeo

Il mese europeo della diversità si è tenuto per la prima volta a maggio 2020 in piena pandemia per celebrare il decimo anniversario della Piattaforma dell’UE per le Carte della diversità. Si tratta di un appuntamento che vuole sottolineare l’impegno della Commissione Europea per combattere la discriminazione e promuovere luoghi di lavoro diversificati e inclusivi.

L’impegno è anche finanziario. L’Unione Europea finanzia iniziative per promuovere la diversità e l’inclusione e combattere le disuguaglianze e la discriminazione, anche tra i rom. In particolare, il programma Cittadini, uguaglianza, diritti e valori (CERV) conta su 1,55 miliardi di euro per il periodo 2021-2027. Si tratta del più grande fondo dell’UE mai realizzato per promuovere diritti e valori nell’Europa dei 27.

Promuovere la diversità è un costo che ha dei ritorni economici significativi. Il documento Power of Parity di McKinsey Global Institute mette in evidenza il contributo delle donne al Prodotto interno lordo (PIL) dei Paesi. Secondo il modello elaborato da McKinsey, le donne attualmente contribuiscono per circa il 40% del PIL nell’intera UE. Questo dato è superiore alla media globale che si ferma al 36% e alla media dell’Europa occidentale (38%) e dei paesi nordici (38%).

Diversity e inclusione infografica

IDEE DI INVESTIMENTO

Per investire con una diversificazione ampia su diversità e inclusione Online SIM offre un portafoglio modello che punta sull’uguaglianza di genere. Ha un rendimento annualizzato del 9,02% (dati aggiornati a maggio 2022). Costruito in collaborazione con Main Street Partners, boutique finanziaria inglese specializzata in ESG.

portafoglio modello uguaglianza di genere

Investe in fondi tematici con un preciso obiettivo di investire nella parità di genere e su fondi generalisti che puntano su aziende ben posizionate su alcune metriche legate al tema (per esempio, percentuale di donne in CdA, percentuale di donne nel top management, la soddisfazione degli impiegati). Queste metriche vengono ricalcolate periodicamente e comunicate all’investitore in modo da dargli il senso di un investimento tangibile con degli obiettivi chiari e trasparenti.

Un’altra possibilità è investire in singoli fondi azionari tematici presenti sulla piattaforma di Online SIM come occasione di diversificazione di un portafoglio azionario già ben bilanciato.

  • NORDEA 1 Global Gender Diversity Fund EUR Classe BP Acc è un azionario tematico che investe a livello globale con uno stile blend. Partito nel 2019, il fondo rende il 13,69% a un anno (dati Morningstar aggiornati maggio 2022). Tecnologia e finanza sono i primi settori in portafoglio. Il mercato Usa vale il 64% del portafoglio.

NORDEA 1 Global Gender Diversity Fund EUR Classe BP Acc

  • RobecoSAM – Global Gender Equality Impact Equities Classe D Eur è un azionario tematico che investe a livello globale con uno stile blend. In portafoglio sono selezionate aziende che riconoscono e promuovono consapevolmente l’uguaglianza di genere reclutando, coltivando e trattenendo il talento femminile a tutti i livelli dell’organizzazione aziendale, inclusi i comitati e il consiglio di amministrazione. Ridenominato a ottobre 2020, il fondo rende il 10,72% a un anno (dati Morningstar aggiornati maggio 2022). Tecnologia e finanza sono i primi settori in portafoglio. Il mercato Usa vale il 64% del portafoglio.

RobecoSAM - Global Gender Equality Impact Equities Classe D Eur

  • BNP Paribas Inclusive Growth Classe Classic Eur Accè un azionario tematico che investe a livello globale con uno stile blend. Lanciato nel 2015, il fondo è stato ridenominato nel 2021 (prima era BNP Paribas Human Development) e ha introdotto una nuova strategia di investimento orientata alla crescita inclusiva, investendo su aziende che dimostrano un approccio proattivo verso la riduzione delle disuguaglianze legate al reddito, all’istruzione, al genere, all’origine etnica, geografica, all’età o alla disabilità. Rende il 7,21% a un anno (dati Morningstar aggiornati maggio 2022). Tecnologia e salute sono i primi settori in portafoglio. Il mercato Usa vale il 61% del portafoglio.

BNP Paribas Inclusive Growth Classe Classic Eur Acc

Scopri gli altri fondi ESG disponibili sulla nostra piattaforma per investire sui trend di lungo termine della sostenibilità ambientale e sociale.

Note

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Articolo precedente

Come investire sui cosiddetti beni rifugio

Articolo successivo

Investire a lungo termine: la tecnologia cerca nuovi vincitori

Autore

Roberta Caffaratti

Roberta Caffaratti

Giornalista segue da oltre 20 anni le dinamiche del mercato del risparmio gestito, della consulenza finanziaria e dei protagonisti del mondo degli investimenti. Prima come caporedattore di Bloomberg Investimenti e poi vicecaporedattore di Panorama Economy (Gruppo Mondadori).
Nel 2015, dopo la lunga carriera nella carta stampata economica, è passata alla comunicazione come responsabile delle attività di editoria aziendale e di content marketing di Lob Pr+Content occupandosi di progetti editoriali in diversi settori (risparmio, finanza, assicurazioni).
Dal 2015 cura, inoltre, la redazione dei contenuti del Blog di Online SIM, che oggi conta oltre 1200 articoli.

Nessun commento

Lascia un commento

Ho preso visione dell'informativa