Per Mark Zuckerberg, fondatore di Facebook, il Metaverso segna il passaggio da Internet per come lo conosciamo oggi a una vita digitale. Questa con comportamenti e azioni sempre più vicini alla vita reale. Il viaggio di Facebook nel Metaverso è in qualche modo già cominciato e quindi anche il nostro.

La prossima evoluzione di Internet è uno spazio immersivo che consentirà alle persone di interagire, lavorare e giocare in spazi virtuali. Nei prossimi 5-10 anni è attesa un’espansione delle piattaforme centralizzate e decentralizzate.

Nel video approfondimento di Mattia Rossetti e Andrea Barrel del Team Financial Advisory di Ersel si analizza la nascita del Metaverso e le stime sulla crescita del mercato.

Se Metaverso è ancora uno spazio del futuro, le aziende che lavorano per il suo sviluppo sono già una concreta opportunità di investimento oggi. Secondo l’analisi di Morgan Stanley, abrdn e Pictet Asset Management sono tanti i settori che potranno beneficiare di questo sviluppo.

Le opportunità di business del Metaverso

  • La realtà virtuale (RV) e la realtà aumentata (RA). Queste tecnologie si evolvono per creare esperienze digitali sempre più connesse. Morgan Stanley stima che la spesa totale per RV/RA in tutto il mondo raggiungerà i 72,8 miliardi di dollari nel 2024, dai 12 miliardi di dollari del 2020.
  • Il gaming che è un trend di investimento 2022 è il settore dove oggi si usano di più le applicazioni VR/RA, in particolare sotto forma di cuffie RV e occhiali RA. Queste tecnologie stanno già entrando in settori come spettacoli di musica dal vivo virtuali e musei. Offrono tour virtuali, nel commercio, nei settori moda e automotive, dando la possibilità ai clienti di provare virtualmente i vestiti o controllare un’automobile prima dell’acquisto. Secondo Pictet Asset Management, l’e-commerce potrebbe diventare il settore di punta per le applicazioni di RV e RA. I rivenditori al dettaglio spendono già oltre 1 miliardo di dollari l’anno per simili soluzioni. Secondo la VR/AR Association questa spesa aumenta del 240% l’anno.
  • Cambierà il modo di fare marketing e pubblicità. Parte della spesa aziendale si concentrerà nella promozione digitale dei marchi e nella produzione di contenuti per arricchire l’esperienza degli utenti durante eventi come i concerti virtuali. Questa tendenza dovrebbe favorire i proprietari dei diritti di proprietà intellettuale (IP) su giochi e prodotti di intrattenimento come film e musica. La creazione di contenuti è infatti di fondamentale importanza.
  • Il Metaverso può cambiare il modo di lavorare e di assumere nelle industrie con macchinari pesanti o ambienti di lavoro pericolosi. Già oggi RV/RA sono utilizzate per formare i lavoratori sul funzionamento delle macchine e sui protocolli di sicurezza. Nell’assistenza sanitaria, per esempio, queste tecnologie sono state utilizzate nelle unità di terapia intensiva. Diverse aziende fanno colloqui in formati digitali automatizzati, un metodo che può aiutare a semplificare il processo di assunzione ed espandere la capacità di intervistare un numero maggiore di candidati.
  • Il settore hardware guiderà l’evoluzione del Metaverso. Secondo abrdn, non appena il prezzo dei visori VR scenderà e la qualità dell’esperienza digitale sarà migliore per accedere alle piattaforme virtuali, si passerà dai dispositivi mobili e laptop a visori e occhiali.
  • La domanda di chip e dei semiconduttori aumenterà. L’importanza della tecnologia a supporto delle infrastrutture è stato un tema che la recente crisi dei chip ha posto in evidenza. Il 2021 è stato un anno di svolta per i chip e con Metaverso la domanda di chip in semiconduttori crescerà. Questo aumenterà gli investimenti nel cloud, nei server, nei componenti e nei data center (DC), in particolare i DC di edge computing e gli edge data center.
  • A livello geografico l’Asia gioca un ruolo di primo piano. In prima fila c’è la Cina che dovrebbe creare un suo ecosistema separato. Prevediamo che l’azienda dominante sarà Tencent, che possiede piattaforme social e di gaming, infrastruttura di cloud e diritti IP su varie categorie di prodotti come musica, giochi e intrattenimento. Inoltre è azionista di Epic Games, che ha sviluppato una tecnologia di gaming chiamata Unreal Engine per giochi come Fortnite. A parte il ramo consumer, Tencent potrebbe sviluppare anche un’offerta per il mercato aziendale con la sua piattaforma di Metaverso, Tencent Meeting. Accanto alla Cina c’è la Corea con la piattaforma Zepeto di Naver conta circa 240 milioni di utenti.

IDEE DI INVESTIMENTO

Come si può investire in queste tecnologie emergenti e nella più ampia tendenza verso il Metaverso?

Secondo l’analisi di Morgan Stanley ci sono tre settori della tecnologia da tenere d’occhio in maniera particolare:

  • Gaming. I social media stanno diventando il luogo preferito dalle persone per giocare su piattaforme che offrono esperienze multiplayer online. I confini tra gioco, intrattenimento, social media e ambiente virtuale iniziano a confondersi.
  • Comunicazione di consumo. Molte aziende tecnologiche stanno sviluppando prodotti che consentono agli utenti di interagire in questi mondi virtuali.
  • Sicurezza informatica e infrastruttura digitale. Un mondo più connesso digitalmente porterà a un aumento delle minacce informatiche e il rischio crescente potrebbe significare opportunità per le aziende che forniscono soluzioni di sicurezza informatica. Il megatrend della sicurezza informatica è un tema di investimento di lungo termine che è connesso anche a una connettività wireless ad alta velocità alimentata dal 5G, il che potrebbe significare opportunità di investire nella connettività mobile 5G e nell’infrastruttura digitale.

metaverso

I migliori fondi per investire

Per investire sui trend del consumo che guardano anche al Metaverso ci sono fondi azionari specializzati (Categoria Morningstar Azionari Beni di Consumo). Ecco i migliori fondi presenti sulla piattaforma di Online SIM:

  • Robeco Global Consumer Trends D EUR Classe D è un azionario internazionale a stile growth che investe in società più esposte alle tendenze di lungo termine come la digitalizzazione dei consumi, l’aumento della spesa al consumo nelle economie emergenti con attenzione alle questioni ambientali. Partito nel 1998, ha un rendimento del 18,64% a tre anni (dati Morningstar aggiornati a gennaio 2022). Investe il 63,5% del portafoglio in America.

Robeco Global Consumer Trends D EUR Classe D

  • BNP Paribas Consumer Innovators Classe Classic Eur Acc è un azionario internazionale che investe in società del settore dei beni di consumo durevoli, del tempo libero e dei mass media e in settori collegati o connessi. Partito nel 2013, ha un rendimento del 17,05% a tre anni (dati Morningstar aggiornati a gennaio 2022). Investe il 70% del portafoglio in America.

BNP Paribas Consumer Innovators Classe Classic Eur Acc

  • Invesco Consumer Trend Fund Classe A (acc) è un azionario internazionale che investe in società nei settori della progettazione, produzione o distribuzione di prodotti e servizi legati ad attività del tempo libero delle persone, che possono comprendere società automobilistiche, prodotti per la casa e beni durevoli, media e internet e altre società impegnate a soddisfare le domande dei consumatori. Partito nel 1994, ha un rendimento del 14,10% a tre anni (dati Morningstar aggiornati a gennaio 2022). Investe il 70% del portafoglio in America.

Invesco Consumer Trend Fund Classe A (acc)

Scopri come investire sulla piattaforma Online SIM con commissioni scontate del 100% e un Dossier fondi a zero spese.

Note

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Articolo precedente

Tipi di obbligazioni e su quali investire nel 2022

Articolo successivo

La Cina riparte dalle Olimpiadi. Come investire

Autore

Roberta Caffaratti

Roberta Caffaratti

Giornalista segue da oltre 20 anni le dinamiche del mercato del risparmio gestito, della consulenza finanziaria e dei protagonisti del mondo degli investimenti. Prima come caporedattore di Bloomberg Investimenti e poi vicecaporedattore di Panorama Economy (Gruppo Mondadori).
Nel 2015, dopo la lunga carriera nella carta stampata economica, è passata alla comunicazione come responsabile delle attività di editoria aziendale e di content marketing di Lob Pr+Content occupandosi di progetti editoriali in diversi settori (risparmio, finanza, assicurazioni).
Dal 2015 cura, inoltre, la redazione dei contenuti del Blog di Online SIM, che oggi conta oltre 1200 articoli.

Nessun commento

Lascia un commento

Ho preso visione dell'informativa