A dare la spinta sono state le elezioni presidenziali americane, ma l’effetto non si è ancora spento. Il 2017 è l’anno dello small cap contro le big cap con una corsa che da gennaio non si è mai fermata ed è cominciata in America per poi estendersi al Giappone e all’Europa, Italia in testa. Il rally italiano ha una ragione in più e si chiama Piani individuali di risparmio (PIR) che secondo i calcoli dovrebbero muovere fino a 18 miliardi di euro in nuovi investimenti sulle PMI italiane fino al 2020 e hanno conquistato i risparmiatori. «Le mid-small caps italiane stanno rispettando pienamente le rosee prospettive che si erano delineate grazie all’introduzione dei PIR e stanno mettendo a segno performance positive molto interessanti, battendo in maniera significativa le large caps», ha commentato Guglielmo Manetti, Vice Direttore Generale di Intermonte Advisory e Gestione, la divisione di Intermonte SIM che si occupa di risparmio gestito e advisory.

I motivi del successo in Italia, secondo Intermonte advisory, sono tre:

  • motivazione fondamentale: la qualità delle small caps quotate in Italia si conferma essere eccellente, e anche quest’anno il trend degli utili delle small caps è stato per la maggior parte dei settori migliore rispetto a quello delle large caps giustificando valutazioni più piene;
  • evoluzione normativa: l’introduzione dei PIR ha attratto l’interesse di una nuova categoria di potenziali investitori di medio-lungo periodo. Questo ha certamente beneficiato il comparto, che in passato, malgrado le ottime performance storiche, ha sempre sofferto di alcuni “pregiudizi” legati prevalentemente alla rischio liquidità;
  • migliore liquidità: questa è in parte una conseguenza dei due punti precedenti, ma notiamo come oltre ad attrarre l’interesse di una nuova categoria di investitori, anche sul lato dell’offerta si stia intensificando la proposta di nuove quotazioni sul mercato azionario e di nuove emissioni sul mercato obbligazionario che contribuiscono al circolo virtuoso.

Una grossa spinta è arrivata dall’America dove, secondo l’analisi di Hermes Investment managenent da inizio anno l’indice Russell 2500 segna un rialzo del 5% (rispetto al 9% dell’indice S&P 500). A livello settoriale c’è stata una rotazione degli investimenti da quelli favoriti dal “Trump Trade” (bancari e industriali) verso settori del mercato come healthcare e tecnologia che avevano relativamente sottoperformato durante l’euforia post elettorale. E la corsa non è finita. «Storicamente, le small e mid cap hanno sovraperformato il mercato nei periodi di rialzo dei tassi», ha detto Mark Sherlock, Lead Portfolio Manager del fondo Hermes US SMID Equity Fund. «In particolare questo accade all’inizio delle fasi rialziste, che tendono a coincidere con la crescita forte del Pil e un contesto economico positivo. Ovvero, l’attuale contesto».

IDEE DI INVESTIMENTO

La vittoria delle small cap sulle big cap, secondo McKinsey, non è un fatto puramente occasionale, ma è una tendenza che deriva da vera trasformazione di mercato. Per McKnsey, infatti, entro il 2027, il 75% delle aziende attualmente quotate sullo S&P 500 sarà scomparsa. Online SIM aveva analizzato i migliori fondi azionari small cap per area geografica, sei mesi dopo ecco quali sono i migliori nelle stesse categorie selezionate in collaborazione con Morningstar.

Migliori fondi azionari Usa small cap

ProdottoRendimento 1yRendimento YTD
JPM US Small Cap Growth A (dist) USD30,04%9,67%
Fisher Invst Instl US Small Cp Cr Eq USD29,05%3,40%
Legg Mason RY US Sm Cp Opp A USD Inc A28,35%-1,55%
Wells Fargo (Lux) WF-US Sm Cp Val I USD24,76%-6,57%
Alger Small Cap Focus A US24,42%8,77%
Nella tabella, i migliori fondi per rendimento a un anno che investono in società a piccola e media capitalizzazione quotate sul mercato americano. Fonte: Morningstar Direct.

I migliori azionari Globali small cap

ProdottoRendimento 1yRendimento YTD
Kempen (Lux) Global Small-Cap I31,65%3,31%
Invesco Global Smaller Companies Equity Classe A (acc) Usd25,37%5,75%
Robecosam Global Small Cap Equities-eur Classe B22,15%4,89%
Threadneedle (Lux) Global Smllr Coms AE21,40%9,18%
Schroder ISF Global Smaller Comp A Acc20,52%3,30%
Nella tabella, i migliori fondi per rendimento a un anno che investono in società a piccola e media capitalizzazione su tutti i mercati mondiali. Fonte: Morningstar Direct.

Migliori fondi Azionari Europa small cap a un anno

Prodotto Rendimento 1yRendimento YTD
Hermes Linder Fund A45,34%23,85%
Argos Funds Argonaut A EUR39,96%14,85%
Argos Funds Smaller European Coms A EUR39,51%19,78%
Echiquier Entrepreneurs38,84%19,04%
Henderson Horizon PanEurp SmrComs A2€Acc36,99%17,85%
Nella tabella, i migliori fondi per rendimento a un anno che investono in società a piccola e media capitalizzazione quotate sul mercato europeo. Fonte: Morningstar Direct.

Gli azionari Italia che investono di più in small cap

ProdottoRendimento 1yRendimento YTD
ATOMO Made in Italy I EUR Acc40,51%25,97%
Eurizon Azioni Pmi Italia33,51%22,69%
Symphonia Azionario Small Cap Italia39,62%24,46%
Arca Economia Reale Equity Italia I37,17%24,69%
Atlante Target Italy A41,05%16,63%
Nella tabella, i fondi azionari Italia che hanno una percentuale rilevante di small cap in portafoglio. Fonte: Morningstar Direct.

Per visionare la gamma completa dei nostri Fondi e Sicav visita il sito di Online SIM.

Note

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

 

Articolo precedente

Intelligenza artificiale, la prossima rivoluzione è la gente. Come investire

Articolo successivo

La salute passa dal Big food. I fondi per investire

Autore

Roberta Caffaratti

Roberta Caffaratti

E' responsabile delle attività di editoria aziendale e di content marketing di Lob Pr+Content. Ha seguito per anni il settore del risparmio gestito prima come caporedattore di Bloomberg Investimenti e poi vice caporedattore di Panorama Economy (gruppo Mondadori). E' stata chief content web manager di News 3.0.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *