Aprire un fondo pensione consente di avere una rendita privata, ma come scegliere il migliore? Per evitare di sbagliare, ecco i consigli di Online Sim da seguire per fare la scelta giusta.

Scopri in questa guida cosa sapere per scegliere il miglior fondo pensione:

Tipologie di fondi pensione

Sono diverse le formule per integrare la pensione. La differenza la fa sia il soggetto che li istituisce sia la tipologia di persone che possono sottoscrivere. Possiamo distinguere tre macro categorie:

  • Fondi pensione aperti. Per definizione sono aperti e sottoscrivibili da chiunque senza distinzione di età, categoria lavorativa di appartenenza. Compresi i non occupati o i fiscalmente a carico, come i minori. Possono essere individuali, ovvero sottoscritti da un singolo a seconda delle sue esigenze. Oppure collettivi, ovvero sottoscritti secondo specifici accordi con il datore di lavoro o le rappresentanze sindacali. I fondi pensione aperti sono presenti sul mercato italiano da oltre 20 anni e sono offerti da banche, assicurazioni, Società di Gestione del Risparmio (SGR), Società di Intermediazione Mobiliare (SIM). Hanno caratteristiche molto simili nella composizione del portafoglio e nella gestione a quella dei fondi di investimento classici.
  • Fondi pensione chiusi o negoziali. Anche in questo caso la definizione descrive la caratteristica principale di questi fondi che sono chiusi, perché l’adesione è riservata solo a specifiche categorie di lavoratori. I fondi pensione chiusi sono istituiti secondo accordi o contratti collettivi di lavoro e ammettono solo adesioni in forma collettiva da parte dei lavoratori a cui i contratti o accordi collettivi istitutivi dei fondi stessi fanno capo. Come per i fondi aperti la gestione e la composizione del portafoglio seguono le regole die fondi di investimento classici e gli emittenti sono banche, assicurazioni, SGR, SIM.
  • I Piani Individuali Pensionistici (PIP) sono a tutti gli effetti dei contratti assicurativi assimilabili a una polizza vita. Possono essere sottoscritti da chiunque senza distinzione di età e categoria lavorativa e accettano solo sottoscrittori in forma individuale. Questi prodotti sono offerti solo da assicurazioni e rispondono alle stesse regole normative dei fondi pensione.

Scendendo nel dettaglio, ogni fondo pensione ha poi diverse linee di gestione tra cui è possibile scegliere in base al proprio grado di rischio e alla durata dell’investimento.

Alle linee tradizionali (Azionaria, Bilanciata, Obbligazionaria) si sono aggiunte negli ultimi anni nuove soluzioni che tengono conto del ciclo di vita delle persone (LifeCycle) e della necessità di ridurre al minimo i rischi garantendo al meno il capitale versato (Garantita).

Contribuzione dei fondi pensione

Quando si è individuata la tipologia di fondo pensione più adatta alle proprie esigenze, comincia la cosiddetta contribuzione al fondo ovvero il versamento periodico di una somma da stabilire liberamente per importo e frequenza. Il valore del versamento e la frequenza dipendono dai propri obiettivi e dalla propria disponibilità esattamente come accade per i Piani di Accumulo (PAC).

La contribuzione dei fondi pensione è differente a seconda della tipologia di lavoratore:

  • Per i lavoratori dipendenti si tratta di contributi volontari: si può scegliere di versare ai fondi pensione il Trattamento di fine rapporto (TFR) maturato e maturando. A questo si aggiungono poi i contributi del datore di lavoro secondo quanto previsto dal contratto collettivo nazionale o da un accordo aziendale. Questo contributo è dovuto solo se si decide di aderire a un fondo pensione.
  • Per i lavoratori autonomi la contribuzione è fatta attraverso versamenti volontari che possono variare per somma e frequenza. La stessa formula è prevista per i non occupati o per le persone fiscalmente a carico.

Flessibilità e rendimento del fondo

Avere un obiettivo di lungo termine è l’ideale quando si sottoscrive un fondo pensione. Nel corso della vita può accadere che il denaro accumulato nel fondo sia utile per fare fronte a necessità familiari o personali. La flessibilità del fondo pensione permette, durante la fase di accumulo e in caso di bisogno, richiedere un anticipo sulle somme versate fino al 75% del patrimonio accumulato nel fondo.

In particolare l’anticipo sui fondi pensione può essere richiesto per:

  • Spese sanitarie per sé stessi, coniuge e figli per fare fronte a terapie e interventi straordinari
  • Acquisto e ristrutturazione prima casa per sé e per i propri figli dopo otto anni dall’iscrizione al fondo
  • Liquidità dopo otto anni dall’iscrizione. In questo caso si può chiedere un importo non superiore al 30% del patrimonio versato nel fondo

Accanto a una grande flessibilità i fondi pensione offrono diversi vantaggi fiscali anche nel caso della richiesta di anticipi. Inoltre, è sempre possibile reintegrare le anticipazioni ottenute con un ulteriore vantaggio fiscale: sulle somme reintegrate, infatti, è riconosciuto un credito d’imposta per le tasse che sono già state pagate in fase di anticipazione.

Sul fronte dei rendimenti i fondi pensione hanno dimostrato di saper reggere bene alla pandemia da Covid-19 e di essere nel lungo termine il prodotto più redditizio. Secondo l’ultima relazione della Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione (COVIP) nei dieci anni da inizio 2011 a fine marzo 2021 il rendimento medio annuo composto, ovvero al netto della fiscalità, è stato del 3,6% per i fondi chiusi o negoziali. Il 3,8% per i fondi aperti, Il 3,6% per i PIP di ramo III e il 2,3% per le gestioni di ramo I. Tutti hanno battuto il TFR che nello stesso periodo si è rivalutato dell’1,8% annuo.

Prima di scegliere un fondo pensione pensando al rendimento è importante guardare:

  • costi del prodotto che nel lungo termine possono mangiare punti di rendimento
  • volatilità anche a parità di tipologia di fondo pensione ci sono prodotti più volatili ovvero più soggetti alle oscillazioni di mercato. Anche in questo nel lungo termine questo mangia punti di rendimento rispetto ad altri.

IDEE DI INVESTIMENTO

Per capire qual è la linea di fondo pensione più adatta alle proprie esigenze previdenziali bisogna capire l’orizzonte temporale di investimento che si ha davanti e confrontarlo con il proprio grado di rischio. Questo considerando che si può sempre passare da un comparto a un altro nel corso della vita del prodotto e man mano che ci si avvicina all’età pensionabile.

Online Sim, la piattaforma italiana del risparmio gestito, offre ai suoi clienti la possibilità di investire nella previdenza integrativa in completa autonomia a zero commissioni di ingresso e con commissioni di gestione molto competitive. 

Tra i prodotti ci sono:

  • Arca previdenza. Fondo pensione gestito da Arca Sgr che investe sui mercati finanziari con differenti profili ed è articolato in 4 comparti di investimento, differenziati per grado di rischio dal più dinamico al più prudente, e in un comparto garantito.
  • Seconda Pensione. Il fondo gestito da Amundi Sgr che consente di costruire nel tempo un trattamento pensionistico complementare al sistema obbligatorio investendo i contributi versati nelle differenti possibilità offerte dal fondo pensione. Il fondo è articolato in 5 comparti di investimento, differenziati per grado di rischio dal più dinamico al più prudente, e in un comparto garantito.
  • Anima Arti & MestieriÈ un fondo pensione aperto a contribuzione differita. Il fondo offre la possibilità di scegliere tra 5 comparti, di cui un comparto garantito, con una composizione di investimento azionaria/obbligazionaria differente a seconda delle esigenze.

infografica fondo pensione

SCARICA L’INFOGRAFICA

Note

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Articolo precedente

Analisi di mercato agosto: hi-tech e bond emergenti

Articolo successivo

Moda: il lusso sostenibile che piace a Millennial e Gen Z

Autore

Online SIM

Online SIM

Online SIM SpA è la piattaforma italiana online per i tuoi investimenti, che offre l’opportunità di confrontare, scegliere ed acquistare, a commissioni di sottoscrizione scontate del 100% e con un Conto Deposito a Zero Spese, più di 4.000 fondi comuni di investimento e sicav di oltre 150 tra le migliori case di investimento al mondo, oltre 1.500 Piani di Accumulo del Capitale, Fondi Pensione, PIR Piani Individuali di Risparmio. e una vasta scelta di Fondi ESG sostenibili.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *