Tag

fondi obbligazionari paesi emergenti

Scenari

Povertà, disoccupazione, disuguaglianza e incapacità di gestione statale sono le sfide che, secondo ma la maggioranza dei commentatori politici, dovrà affrontare il prossimo presidente dell’India. La consultazione elettorale per eleggere il premier dell’India è in corso e terminerà il 19 maggio ma già si fanno i conti con il dopo

Leggi tutto
Focus

Dal 2016 a gennaio 2018 la Borsa cinese aveva fatto sognare gli investitori attratti dai mercati emergenti con un rialzo di oltre il 56%. Poi la politica protezionistica di Donald Trump ha rotto l’incantesimo e i dazi condizionano la nuova economia globale. Da gennaio a settembre 2018 la Borsa di

Leggi tutto
Focus

Per un investitore di lungo periodo la diversificazione tra le diverse asset class a disposizione è in questo momento determinante, soprattutto se intende investire in fondi obbligazionari. La recente crisi turca che ha creato non pochi problemi a mercati emergenti più esposti (Argentina e Venezuela) ha fatto riemergere i timori

Leggi tutto
Portafoglio

Soltanto un anno fa la lira turca volava contro dollaro e aveva stimolato l’appetito degli investitori esteri verso il Paese. Adesso sembra che i turchi abbiano ottenuto più di quanto meritassero: dopo una corsa che ha dirottato oltre 220 miliardi di dollari di investimenti esteri, secondo dati Bloomberg, triplicando il Prodotto interno lordo

Leggi tutto
Storie

A dieci anni dalla grande crisi del mercato azionario che fece precipitare le quotazioni della Borsa di Caracas del 20%, il Venezuela è di nuovo nella tempesta. Nel 2006 il mercato azionario venezuelano aveva toccato i minimi dopo che il presidente, Hugo Chavez, annunciò la nazionalizzazione delle società del settore

Leggi tutto
Focus

La raccolta dei fondi obbligazionari continua a correre. Cosa la guida? La ricerca del rendimento che porta a rischiare di più. Secondo i dati Assogestioni, anche ad aprile la raccolta dei fondi obbligazionari non ha avuto rivali con 3,4 miliardi di euro che hanno praticamente doppiato sia i flessibili (1,6

Leggi tutto
Focus

La fine del Quantitative easing (QE) della Banca centrale europea si avvicina a grandi passi. Aprile è dietro l’angolo, ma per il momento Mario Draghi non ha alcuna intenzione di rallentare gli acquisti e continua a comprare debito. La ragione? Lo spread ha ricominciato a correre, tornando sopra 200 punti

Leggi tutto
Scenari

Mario Draghi è di nuovo pronto a ringhiare contro la Germania. I tedeschi da tempo e senza farne troppo mistero non vedono di buon occhio la politica dei bassi tassi di interesse del presidente della Banca centrale europea (BCE) che punta a stimolare la crescita nell’Eurozona anche a costo di

Leggi tutto