Al giro di boa del primo semestre 2021 la classifica dei fondi campioni di rendimento, secondo l’analisi di Fida, vede gli azionari battere tutte le altre categorie e gli specializzati in energia e materie prime ancora in testa alla classifica. Si tratta di una conferma perché il settore azionario energia aveva decretato anche i fondi campioni di rendimento nel 2020.

Nella classifica emergono anche i fondi a ritorno assoluto che beneficiano della grande libertà di gestione e del controllo della volatilità e i fondi che investono in small cap che si confermano una buona idea di diversificazione di portafoglio in questa fase di mercato.

Vediamo in particolare dove investono i migliori fondi del primo semestre 2021 venduti in Italia:

  • PIMCO GIS MLP & Energy Infrastructure Fund E Class USD Income è un azionario settore energia e materie prime partito nel 2014 rende il 48,96% nel primo semestre 2021 secondo dati Fida. Il fondo investe prevalentemente in società del settore delle infrastrutture energetiche. Il 93% del portafoglio è investito in America.
  • Schroder Global Energy Classe B è un azionario settore energia e materie prime rende il 43,06% nel primo semestre 2021 secondo dati Fida. Partito nel 2006 il fondo investe esclusivamente in società dell’energia e servizi di pubblica utilità. Il 46% del portafoglio è investito in Usa, UK e Area euro pesa il 17% circa a testa.
  • Bgf World Energy Fund Eur Classe E2 è un azionario settore energia e materie prime rende il 34,64% nel primo semestre 2021 secondo dati Fida. Partito nel 2001 il fondo investe investe a livello mondiale almeno il 70% del patrimonio in azioni di società operanti prevalentemente nella ricerca, nello sviluppo, nella produzione e distribuzione di energia. Il 53% del portafoglio è investito in Usa, il 16% in Canada, l’11% in UK.
  • Legg Mason Royce US Small Cap Opportunity Fund Class A US$ Accumulating è un azionario Usa small cap partito nel 2007 che rende il 33,89% nel primo semestre 2021 secondo dati Fida. Il fondo investe in società statunitensi di dimensioni piccole e molto piccole ritenute sottovalutate dai gestori di portafoglio. Beni industriali e di consumo sono i primi settori in portafoglio.
  • Vontobel Fund – Commodity H (EUR) – Classe H Eur Acc è un fondo a ritorno assoluto che investe in commodity partito nel 2008 che rende il 33,63% nel primo semestre 2021 secondo dati Fida. Il fondo non dichiara esplicitamente il portafoglio di investimento.
  • Franklin Natural Resources Fund A (acc) EUR è un azionario settore energia e materie prime rende il 32,71% nel primo semestre 2021 secondo dati Fida. Partito nel 2007 il fondo investe nel settore delle risorse naturali su società che possiedono, producono, raffinano, processano, trasportano e commercializzano risorse naturali e società che forniscono servizi correlati. Il 64% del portafoglio è investito in Usa, segue il Canada.
  • Templeton Asian Smaller Companies Fund A (acc) USD è un azionario Paesi emergenti che rende il 30,53% nel primo semestre 2021 secondo dati Fida. Il fondo investe principalmente in società con capitalizzazione di mercato di circa 2 miliardi di dollari situate, o che conducono attività significative, in Asia (Giappone escluso). Tecnologia e beni di consumo sono i primi settori in portafoglio.
  • NN (L) Energy Classe X è un azionario settore energia e materie prime rende il 30,43% nel primo semestre 2021 secondo dati Fida. Partito nel 2001 il fondo investe in società del settore dell’energia: petrolio e del gas (esplorazione, produzione, commercializzazione, raffinazione e/o trasporto di prodotti petroliferi e gas); attrezzature e servizi per il settore dell’energia (costruzione o fornitura di impianti e attrezzature per trivellazione e altri servizi o attrezzature connesse al settore dell’energia). Il 57% del portafoglio è investito in Usa.
  • Acomea PMITALIA ESG è un azionario Italia PIR e rende il 30,42% nel primo semestre 2021 secondo dati Fida. Partito nel 1992 il fondo investe prevalentemente in Europa occidentale. Beni industriali, finanza, tecnologia e beni di consumo ciclici sono i primi settori in portafoglio. I titoli azionari sono selezionati sulla base dell’analisi fondamentale, integrata con l’utilizzo di criteri di rischio ESG.

Se vuoi essere supportato nelle tue scelte di investimento puoi utilizzare i nostri portafogli modello.

Note

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Articolo precedente

Chi sale e chi scende: le classifiche dei migliori fondi a giugno 2021

Articolo successivo

PAC: come costruire il rendimento in vacanza

Autore

Roberta Caffaratti

Roberta Caffaratti

Giornalista segue da oltre 20 anni le dinamiche del mercato del risparmio gestito, della consulenza finanziaria e dei protagonisti del mondo degli investimenti. Prima come caporedattore di Bloomberg Investimenti e poi vicecaporedattore di Panorama Economy (Gruppo Mondadori).
Nel 2015, dopo la lunga carriera nella carta stampata economica, è passata alla comunicazione come responsabile delle attività di editoria aziendale e di content marketing di Lob Pr+Content occupandosi di progetti editoriali in diversi settori (risparmio, finanza, assicurazioni).
Dal 2015 cura, inoltre, la redazione dei contenuti del Blog di Online SIM, che oggi conta oltre 1200 articoli.

Nessun commento

Lascia un commento

Ho preso visione dell'informativa