Al giro di boa del primo semestre 2021 va al mercato europeo il titolo di migliore per rendimento. Le Borse europee guadagnano dall’inizio dell’anno oltre il 14% battendo gli indici globali. Tra i mercati protagonisti c’è Piazza Affari che ha recuperato tutta la perdita dovuta alla pandemia e corre più delle altre Borse europee.

La performance del Borse europee è sostenuta da diversi fattori:

  • Il ritorno dei titoli ciclici che da marzo 2021 hanno ripreso a correre grazie al decollo della campagna vaccinale e alla visibilità sulla ripresa economica;
  • la rotazione dei portafogli dei grandi gestori verso i titoli value cominciata ad aprile 2021 ovvero azioni che hanno una lunga storia di successo nel loro settore, con un indebitamento molto contenuto e con un potenziale di crescita di fatturato e dividendi costante nel tempo;
  • la spinta del Recovery Fund che da maggio 2021 è uscito dalle ipotesi per essere tradotto in piani concreti di rilancio economico.

Per Morgan Stanley la corsa dell’Europa non finisce qui e ci sono ottime possibilità perché le Borse del Vecchio Continente chiudano il 2021 come vincitrici della palma di migliori dell’anno. Morgan Stanley individua diverse ragioni a favore del mercato europeo:

  • L’Europa è destinata a essere l’unica grande regione dell’economia globale in cui la crescita del prodotto interno lordo (PIL) dovrebbe essere maggiore nel 2022 rispetto al 2021. Questo si tradurrà in un amento degli utili per le imprese.
  • Le valutazioni dei titoli europei nonostante il rialzo restano interessanti e i grandi investitori internazionali non sono così investiti in questi mercati.
  • L’atteso rialzo dell’inflazione non fa così paura anche grazie al Recovery Fund che porterà all’emissione di titoli di Stato dell’area euro nella seconda metà dell’anno che serviranno a finanziare l’espansione fiscale nel lungo termine.

IDEE DI INVESTIMENTO

Lo stile value ha dimostrato di essere vincente per puntare sul mercato europeo nel 2021.

Tra le scelte di temi ciclici e value per investire in Europa ci sono:

Per investire su tutte le borse europee con uno stile value ci sono fondi azionari che utilizzano questo metodo di investimento. Ecco i migliori presenti sulla piattaforma di Online Sim

  • Amundi Funds – European Equity Value E2 EUR C è un fondo azionario Europa a stile value che investe il 60% del portafoglio nell’Europa Occidentale e il 23% in Uk. Rende il 37,72% a un anno (dati Morningstar aggiornati a giugno 2021). Il primo settore in portafoglio è la finanza seguito da beni di consumo e beni industriali.
  • Invesco Pan European Focus Equity Fund Classe E Eur è un fondo azionario Europa a stile value che investe il 66% del portafoglio nell’Europa Occidentale e il 17% in Uk. Rende il 37,29% a un anno (dati Morningstar aggiornati a giugno 2021). Il primo settore in portafoglio è la finanza seguito da salute e beni industriali.
  • HSBC Global Investment Funds – European Equity AC à un fondo azionario Europa a stile value che investe che investe il 65% del portafoglio nell’Europa Occidentale e il 23% in Uk. Rende il 29,82% a un anno (dati Morningstar aggiornati a giugno 2021). Il primo settore in portafoglio è la finanza seguito da beni industriali e beni di consumo.

Se vuoi essere supportato nelle tue scelte di investimento puoi utilizzare i nostri portafogli modello. Un portafoglio modello è costruito con asset class e viene sviluppato sulla base di metodologie quantitative. In questo modo si ottengono diversi gradi di rischio che vengono associati al profilo dell’investitore. Ogni portafoglio adotta strategie di investimento differenti e predilige l’investimento in determinati settori, strumenti, Paesi. Scegli il portafoglio modello più in linea con le tue esigenze e obiettivi. 

Note

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Articolo precedente

Investire sostenibile: le tecnologie che ci portano a impatto zero

Articolo successivo

Portafogli modello: come costruire un’allocazione contrarian

Autore

Roberta Caffaratti

Roberta Caffaratti

E' responsabile delle attività di editoria aziendale e di content marketing di Lob Pr+Content. Ha seguito per anni il settore del risparmio gestito prima come caporedattore di Bloomberg Investimenti e poi vice caporedattore di Panorama Economy (gruppo Mondadori). E' stata chief content web manager di News 3.0.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *