La pandemia da Covid-19 non ha risparmiato i fondi pensione che dopo un 2019 da incorniciare in termini di rendimento hanno subito una battuta di arresto nel primo trimestre 2020. Il bilancio del settore della previdenza integrativa si legge nell’ultima relazione annuale della Covip, la Commissione di vigilanza sui fondi pensione da cui emerge che i fondi pensione negoziali e aperti nel 2019 ha reso in media rispettivamente il 7,2% e l’8,3% al netto dei costi di gestione e della tassazione battendo di gran lunga il TFR che nel 2019 si è rivalutato, al netto delle tasse, dell’1,5%. I dati non sono così buoni nel primo trimestre 2020 che è stato caratterizzato da una forte volatilità. In ogni caso, al netto di costi e tasse, i fondi pensione hanno contenuto le perdite che in media sono state del 5,2% per i negoziali e del 7,5% per i fondi aperti.

La volatilità non ha, dunque, risparmiato i fondi previdenziali ma farsi prendere dall’emotività e procedere a cambi di comparto o addirittura riscatti in questo caso è davvero la mossa sbagliata. Se c’è un investimento che non va misurato sul breve periodo è proprio quello relativo ai fondi pensione che sono pensati proprio per il lungo periodo.

Cosa valutare adesso? Il consiglio è mantenere i nervi saldi e valutare l’adeguatezza del proprio portafoglio previdenziale considerando l’età e gli anni che mancano alla pensione tenendo presente che:

  • è sempre possibile richiedere cambi di comparto d’investimento, liquidazioni o trasferimenti ma farlo in un momento di rendimenti negativi è una mossa sbagliata;
  • la pandemia da Covid-19 è un evento eccezionale e i rendimenti persi nel primo trimestre 2020 possono essere facilmente recuperati nel lungo periodo;
  • nel lungo periodo i fondi pensione hanno dimostrato di battere sistematicamente il TFR al netto di costi e tassazione: negli ultimi 10 anni (2010-2020) i rendimenti medi annui composti sono stati del 3% per i fondi negoziali e i fondi aperti mentre la rivalutazione del TFR nello stesso periodo è stata del 2%;
  • il trattamento fiscale della previdenza integrativa è il suo punto di forza perché è fortemente agevolato, anche nel caso si vogliano utilizzare i fondi pensione come strumenti flessibili nel corso della propria vita chiedendo, per esempio, anticipi sulle somme versate per l’acquisto della prima casa o in caso di perdita di lavoro. E se si sceglie la formula della rendita vitalizia reversibile, in caso di morte prematura la pensione sarà versata al beneficiario senza alcuna imposta di successione.

IDEE DI INVESTIMENTO

Online Sim, la piattaforma italiana del risparmio gestito, offre ai suoi clienti la possibilità di investire in fondi pensione in completa autonomia a zero commissioni di ingresso e con commissioni di gestione molto competitive. Tra i prodotti ci sono:

  • Arca previdenza. Fondo pensione gestito da Arca Sgr che investe sui mercati finanziari con differenti profili ed è articolato in 4 comparti di investimento, differenziati per grado di rischio dal più dinamico al più prudente, e un 1 comparto garantito.
  • Seconda Pensione. Il fondo gestito da Amundi Sgr che consente di costruire nel tempo un trattamento pensionistico complementare al sistema obbligatorio investendo i contributi versati nelle differenti possibilità offerte dal fondo pensione. Il fondo è articolato in 5 comparti di investimento, differenziati per grado di rischio dal più dinamico al più prudente, e in 1 comparto garantito.
  • Anima Arti & MestieriÈ un fondo pensione aperto a contribuzione differita. Il fondo offre la possibilità di scegliere tra 5 comparti, di cui 1 comparto garantito, con una composizione di investimento azionaria/obbligazionaria differente a seconda delle esigenze.

Scopri i vantaggi della previdenza integrativa sulla piattaforma di Online Sim.

Note

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Articolo precedente

Chi sale e chi scende: le classifiche dei migliori fondi a giugno 2020

Articolo successivo

E-sports: il virus spinge i giochi virtuali che vanno alle Olimpiadi

Autore

Online SIM

Online SIM

Online SIM SpA è la piattaforma italiana online del risparmio gestito. Online SIM offre ai suoi clienti la possibilità di investire i propri risparmi online in più di 4.000 fondi comuni d’investimento e sicav di oltre 130 case d’investimento fra le più grandi al mondo, oltre che in Piani di Accumulo del Capitale, Fondi Pensione per la previdenza integrativa e PIR Piani Individuali di Risparmio. Con Online SIM investi in fondi a commissioni scontate del 100% e un conto deposito a Zero Spese.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *